L´ibrido portatile: il phablet

99
471 0 Elettronica   Phablet.JPG

Via di mezzo tra uno smartphone e un mini-tablet, il phablet è un ibrido che sta imperversando nel mondo dei dispositivi portatili. Con uno schermo compreso tra i 5 e 7 pollici e funzionalità che stanno a metà tra un tipo di device e l´altro, compresa la possibilità di implementare uno stylus, il phablet è nato con il Dell Streak del 2010Via di mezzo tra uno smartphone e un mini-tablet, il phablet è un ibrido che sta imperversando nel mondo dei dispositivi portatili. Con uno schermo compreso tra i 5 e 7 pollici e funzionalità che stanno a metà tra un tipo di device e l´altro, compresa la possibilità di implementare uno stylus, il phablet è nato con il Dell Streak del 2010.Via di mezzo tra uno smartphone e un mini-tablet, il phablet è un ibrido che sta imperversando nel mondo dei dispositivi portatili. Con uno schermo compreso tra i 5 e 7 pollici e funzionalità che stanno a metà tra un tipo di device e l´altro, compresa la possibilità di implementare uno stylus, il phablet è nato con il Dell Streak del 2010; il modello attualmente più diffuso è il Galaxy Note nelle sue varie implementazioni, ma pare che anche Apple stia progettando un dispositivo di questo tipo, che getti una sorta di ponte tra l´iPhone e l´iPad Mini.La stima dei phablet venduti nel 2013 è di 60,4 milioni, ma il numero è destinato ad aumentare in fretta: si prevedono 146 milioni di phablet venduti entro il 2016, ma qualcuno parla addirittura di 230 milioni. Cifre da capogiro, che aiutano a comprendere come questo ibrido si sia ormai affermato nel nostro uso quotidiano.Con l´aumentare delle funzioni e di possibilità che con i cellulari di vecchia generazione erano impensabili (dalle tastiere virtuali ai videogiochi ad alte prestazioni, passando per la fruizione di contenuti video) in molti hanno infatti cominciato a considerare i normali schermi degli smartphone troppo piccoli per poter essere adoperati in modo fruttuoso. Di contro, un tablet vero e proprio, anche in versione «mini», possiede minori doti di portabilità e non dà quasi mai la possibilità di effettuare telefonate.Inoltre, i phablet sono ideali per chi ha problemi di vista e preferisce scrivere con un pennino per prendere appunti o improvvisare schizzi. Il 2013 secondo Reuters è stato «l´anno del phablet», e questo tipo di prodotto promette di diventare sempre più appetibile in futuro grazie al miglioramento di capacità della batteria, le prestazioni più avanzate dello schermo e una generalizzata diminuzione dei prezzi, grazie proprio al crollo del costo dei display per le case madri.