Gli strumenti indispensabili

155
472 0 Gli strumenti indispensabili_ok

Come ogni collezionista che si rispetti, anche l´appassionato di numismatica ha una serie ben precisa di “ferri del mestiere” dei quali non può fare a meno quando deve gestire la sua collezione.Prima di tutto ci vuole l´album dove conservarle, o un apposito contenitore o espositore (senza sovraccaricarlo, per non strappare i fogli). È bene che gli alloggiamenti siano ben distanziati e protetti, in modo da non far sbattere le monete tra di loro quando vengono girate le pagine e, soprattutto, da evitare che gli esemplari fuoriescano se l´album viene per sbaglio capovolto o mosso con violenza.Le monete, si sa, vanno maneggiate meno possibile e soprattutto non pulite. Bisogna essere estremamente attenti e precisi, usando un paio di pinzette con punte in gomma per prendere gli esemplari e, in mancanza di queste, toccando le monete solo sul bordo. Inoltre le monete non devono venire a contatto con superfici dure, né rischiare di rotolare e cadere per terra: quando vengono estratte dal raccoglitore o dall´album è necessario sempre avere cura di disporre un panno morbido (ad esempio di feltro) sul tavolo o sulla superficie di lavoro.Sono poi indispensabili le lenti d´ingrandimento, almeno due, una per i dettagli e una per osservare la moneta nel suo insieme: la prima dovrebbe essere capace di almeno 15-20 ingrandimenti, la seconda di una decina. Completano il kit una buona luce da osservazione (bianca, che non alteri i colori delle monete), alcune bustine con cui trasportare singolarmente le monete e conservare le doppie, e un quaderno o un bloc notes dove registrare tutti i dati relativi ai propri “pezzi” (prezzo di acquisto, origine, fattore di rarità, stato di conservazione ecc.). In alternativa, oggi esistono molte app per smartphone e tablet che permettono di registrare in digitale tutti i particolari della collezione.