Come si raccolgono gli ortaggi e le piante aromatiche

72
955 0 Come si raccolgono gli ortaggi e le erbe aromatiche

Dopo aver curato per mesi i vostri ortaggi e le piante aromatiche, il momento della raccolta è sicuramente il più emozionante e piacevoleAnche al momento della raccolta, anche se può sembrare non necessario, è importante seguire alcune regole per non danneggiare all’ultimo istante i vostri prodotti.Ogni tipo di ortaggio o erba aromatica si raccoglie in modo diverso, a seconda delle sue caratteristiche.Gli ortaggi da radice o da bulbo, come ad esempio le carote, i ravanelli, l’aglio o lo scalogno, vanno tirati via dalla terra non prima di aver smosso delicatamente, con una piccola zappa, il terriccio intorno alla pianta.Gli ortaggi da frutto, invece, hanno caratteristiche diverse. I pomodori si raccolgono a mano, ma nel caso di quelli a grappolo, è meglio usare le forbici. Le zucchine si raccolgono anche a mano, con un movimento d torsione. Meglio raccoglierle quando hanno ancora il fiore attaccato. Per i cetrioli è meglio utilizzare le forbici, mentre fagiolini, piselli e fagioli vanno staccati a mano per non danneggiare i fragili rami rampicanti.Per i peperoni, aspettate che inizino a colorarsi, usando le forbici.Gli ortaggi da foglia devono essere raccolti quando raggiungono il giusto sviluppo, ancora teneri e comunque prima che inizino a produrre i semi. La lattuga, gli spinaci, il sedano, vanno estirpati, mentre le insalate da taglio devono essere tagliate con un coltello immediatamente sopra il colletto della pianta.Anche le erbe aromatiche hanno le loro regole di taglio. Il basilico, ad esempio, va “spuntato” in modo deciso. In questo modo nasceranno nuovi rametti nella parte inferiore, rendendolo sempre frondoso.Il prezzemolo si deve tagliare ad un paio di centimetri sopra il colletto, e anche questa pianta aromatica emetterà nuovamente nuovi getti.Il rosmarino, la salvia e il timo, tagliateli invece in base alla forma che vorrete dare al cespuglio.