I parassiti dell’orto biologico

129
1654 0 i_parassiti_dell_orto_biologico

L’orto biologico è perfetto per tutti coloro che desiderano avere verdure, ortaggi ed erbe come natura comanda, senza diserbanti, pesticidi e additivi chimici, che possono essere molto dannosi per la salute, e senza stimolare artificialmente le colture. C’è però un problema: senza l’uso degli ultimi ritrovati della tecnica, l’orto biologico può diventare letteralmente il bersaglio favorito dai parassiti (soprattutto se intorno ci sono colture protette chimicamente). Esistono però insetticidi biologici che possono essere usati con ottimi risultati per allontanare insetti, lepidotteri e altri animali dannosi per le nostre verdure. Un ottimo repellente contro afidi e cocciniglie si può ricavare mescolando sapone di Castiglia a base di olio di oliva, menta piperita, pepe e aglio. Proprio l’aglio infatti è un repellente naturale; ben tritato, può essere usato anche insieme al chiodo di garofano e all’acqua per un repellente da vaporizzare direttamente sulle foglie. Stesso discorso per il peperoncino, da frullare e mischiare con acqua. Un ottimo modo per usare i gusci delle nostre uova biologiche è quello di sminuzzarli o triturarli e con la polvere risultante creare una barriera ad anello alla base delle nostre piante, in grado di respingere bruchi e lumache. Un altro repellente naturale è costituito dalle foglie del pomodoro, che sono ricche di alcaloidi e quindi efficaci contro afidi, tarme e vermi; anch’esse possono essere tritate e mescolate all’acqua, poi diluite nuovamente e lasciate riposare per qualche ora. Attenzione però perché questo composto può risultare tossico anche per gli animali domestici e quindi deve essere conservato in un luogo sicuro dove non possano arrivare. Infine, può essere d’aiuto perfino il tabacco delle sigarette grazie agli effetti della nicotina: basta prenderne tre o quattro, svuotarle e fare macerare le foglie di tabacco, poi filtrare il composto e sistemarlo in un nebulizzatore, pronto da spruzzare.