Camomilla

37
741 0 079 Camomilla

La Camomilla è una pianta erbacea annuale. Ha un portamento eretto e raggiunge i 50 cm. Le foglie hanno colore verde chiaro. I fiori sono vistosi, composti da un cuore giallo e da petali bianchi.La fioritura inizia dal mese di maggio e continua per tutta l’estate.Si trova sia allo stato selvatico che coltivata in tutta Italia.In passato, curiosamente, la Camomilla veniva usata anche come tabacco per la pipa.E’ molto coltivata per le sue virtù medicinali. La parte che si utilizza è quella dei capolini floreali. Devono essere raccolti di sera, soltanto in giornate asciutte. Una volta raccolti si passa all’essicazione che deve essere effettuata in un luogo asciutto e ventilato. In caso contrario potrebbero formarsi delle muffe.La Camomilla, come detto, ha numerose proprietà: è calmante, antispasmodica e favorisce il sonno. Si utilizza principalmente con infuso (utilizzando i fiori). E’ molto utile anche in caso di mal di stomaco, dolori mestruali, aiuta nella cura del raffreddore e dell’influenza.Nell’utilizzo esterno, per le sue capacità lenitive, l’infuso è ottimo per pulire la pelle infiammata e occhi irritati. In questo caso si può utilizzare un batuffolo di cotone imbevuto d’infuso che si terrà per qualche minuto appoggiato sulla palpebra. Si utilizza inoltre per i gargarismi in caso di bruciore alla gola.Aggiungendo il decotto all’acqua del bagno, questo diverrà decongestionante per la pelle e calmante dopo una giornata tesa.Se avete i capelli castani o biondi, utilizzate l’infuso nel risciacquo dei capelli. Diverranno ancora più chiari.L’olio essenziale, invece, si prepara con la distillazione dei capolini dei fiori. Viene utilizzato nei bagni, nelle irrigazioni, negli impacchi e massaggi. Si possono effettuare delle frizioni sulle gengive in caso di infiammazioni e nei disturbi alle orecchie.L’essenza, nei lattanti, si usa solo esternamente e molto diluita.Ci sono tuttavia delle controindicazioni in caso di diarrea.