Trucco permanente

101
429 0 Trucco permanente

In cosa consiste il trucco permanente? Il trucco permanente consiste nell’introduzione di pigmenti bioassorbibili nel derma. Una sorta di tatuaggio eseguito però con colori ed attrezzature differenti.Il trucco permanente è adatto sia per dissimulare piccoli difetti estetici, come diradamenti sopraccigliari o cicatrici da herpes, sia per migliorare il proprio aspetto.In ogni seduta di trucco permanente si distinguono 3 fasi per una durata totale di circa 2 ore.Progettazione. Operatore e cliente si consultano per decidere il tipo d’intervento. Poi il primo tratteggia con un feltrino sterile la forma del sopracciglio, delle labbra o del contorno occhi che si vuole realizzare. Il cliente si osserva attentamente allo specchio e, nel caso sia soddisfatto, dà la propria approvazione ed il via alla seconda fase.Linee di riferimento. L’operatore, prima di cancellare le linee della progettazione, vi passa attorno il dermografo, utilizzando un colore chiaro ed una pressione moderata. In questo modo si realizza il cosiddetto “passaggio zero”, una sottile linea da utilizzarsi come riferimento per la realizzazione vera e propria. A questo punto si può cancellare la progettazione e procedere con la terza fase.Realizzazione. Si tratta la zona interessata con sostanze studiate appositamente per ridurre il dolore. Si attende fino alla perdita della sensibilità e poi l’operatore procede con la realizzazione, con l’introduzione di pigmenti bioassorbibili nel derma tramite un ago non cavo. A lavoro finito si applica una pasta lenitiva.Per le due settimane successive al trattamento il colore apparirà più scuro di quanto stabilito in fase di progettazione da cliente ed operatore. Ma, una volta cadute le crosticine e conclusasi la guarigione, il colore del trucco permanente raggiungerà la tonalità desiderata.