Scegliere la cuccia per il cane

239

La cuccia deve in primo luogo essere proporzionata alle dimensioni del nostro cane, né troppo grande né troppo piccola, e quindi varia fortemente a seconda delle dimensioni e della taglia. Per quanto riguarda il materiale, la cuccia dev’essere robusta; in genere meglio il legno del metallo, perché naturale, economico, resistente e isolante. In alternativa c’è anche il pvc. Per le forme, ce ne sono di tutti i tipi, ma è bene privilegiare non tanto l’estetica quanto la funzionalità per il cane, con un accesso comodo e sicuro.

È meglio che la cuccia sia qualche centimetro sopraelevata rispetto al terreno, per essere al sicuro dall’umidità. Particolare attenzione al tetto, che dovrà essere resistente, impermeabile e spiovente.

È importante che la cuccia sia collocata nel posto giusto, al riparo dal vento e dagli agenti atmosferici, ma anche al riparo dal sole battente, specialmente nei mesi più caldi. Da evitare anche i luoghi molto rumorosi o con un troppo elevato passaggio di persone.

Dentro alla cuccia è una buona idea ricreare l’atmosfera familiare, con un cuscino, un giocattolo o altre comodità che il cane è abituato a trovare per casa, e, molto importante, anche una coperta con cui ripararsi nei mesi più freddi. Le cucce esterne possono anche essere riscaldate, importante soprattutto quando gli inverni sono molto rigidi, ma naturalmente il prezzo sale.

In alternativa è possibile, per gli appassionati del fai da te, costruirsi da soli la propria cuccia, ma naturalmente non è facile; esistono però dei kit appositi in vendita che possono semplificare le cose.

Per la cuccia dentro casa, invece, le cose naturalmente cambiano: in questo caso si può scegliere tra le tante offerte in commercio quella che ci sembra possa fare al caso del nostro cane, tra quelle in ecopelle, in stoffa o in altri materiali.