Sagra della mela Annurca

54
1331 0 Sagra della mela Annurca

Il 24, 25 e 26 ottobre si terrà a Valle di Maddaloni (CE), la diciassettesima edizione della “Sagra della Mela Annurca”, il tradizionale appuntamento per salutare l’avvenuta maturazione del frutto di queste zone. L’evento è organizzato dalla Pro-Loco di Valle di Maddaloni, con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale, dei produttori di mele annurche e delle associazioni locali ed è quest’anno sponsorizzata sotto lo stand della Provincia di Caserta. Si tratta di una manifestazione che si svolge ogni anno l’ultimo weekend di ottobre e ha sempre ottenuto un buon successo. Lo scopo di tale iniziativa è ovviamente la valorizzazione di un prodotto locale, la mela annurca, una varietà pregiata di mela tipica della Campania, dove viene coltivata con tecniche proprie dei melicultori locali e con impianti tradizionali,  tanto da venire rinominata la “regina delle mele”. Questa varietà di mela viene raccolta ancora acerba nel mese di settembre e riposa su strisce di terreno ricoperte di paglia, dove viene rigirata quotidianamente per farle assumere il caratteristico colore e sapore.Durante la sagra verranno allestiti numerosi stand per l’esposizione di mele e altri prodotti agroalimentari tipici. Ogni melicultore valorizzerà  i propri prodotti sul proprio stand con attrezzi agricoli e d’uso quotidiano di un tempo, una straordinaria testimonianza dell’evoluzione di un settore che è motore importantissimo dell’economia locale. Ma non solo mele: sarà possibile degustare anche altri prodotti tipici, dai formaggi al vino; inoltre le strade saranno animate da artisti da strada, giocolieri, artisti circensi e un corteo storico in costume. Valle di Maddaloni è un paese noto per la battaglia del Volturno tenutasi nei giorni 1 e 2 ottobre 1860 in occasione della quale Giuseppe Garibaldi, guardando Valle di Maddaloni, esclamò la nota affermazione: “Qui, o si fa l’Italia o si muore!”. Inoltre qui è situato il famoso Acquedotto Carolino, che fornisce anche l’acqua alla Reggia di Caserta e rientrato tra i monumenti tutelati dall’UNESCO.