Realizzare un giardino zen

148
1630 0 realizzare_un_giardino_zen

Completamente diverso dalla grande tradizione dei giardini italiani ed europei a cui siamo abituati, da quelli delle splendide ville rinascimentali o delle regge del Settecento, o ancora dal “prato all’inglese” elegante e raffinato dei cottage britannici, il giardino zen è un’escursione affascinante nell’Oriente ma soprattutto in una forma mentale particolare. Nel giardino zen si crea infatti una forma elegante ed esteticamente molto piacevole usando pochissimi elementi, tutti naturali, e collocati tra di loro con grande cura e attenzione, seguendo rapporti e logiche minuziosamente dettagliate.A differenza del giardino all’europea, quello zen si basa sull’asimmetria. Si cerca, infatti, di creare qualcosa di assolutamente naturale e dove l’artificio non ha dimora, con forme sinuose e piacevoli, non rigidamente incasellate secondo l’estro dei grandi progettisti del passato. Inoltre è fondamentale seguire la regola del contrasto; ogni cosa non è disposta seguendo un’idea artefatta di armonia, ma con un’esasperazione della disparità, sempre richiamando l’idea del triangolo: alberi grandi vicino ad altri più piccoli, quindi, canneti nelle prossimità dei sentieri e così via.Acqua e ghiaia costituiscono gli elementi fondamentali del giardino zen; pietre irregolari, di forma grezza, disposte in modi solo apparentemente casuale per creare il vialetto. L’idea dell’acqua è evocata non solo da laghetti, cascate e piccoli ruscelli ma anche dalla ghiaia e dalla sabbia, che sono attraversate da “onde” in disegni molto elaborati. Per quanto riguarda le tipologie di piante da inserire in un giardino zen, queste sono soprattutto il bambù, il rododendro, l’acero, il pino, rigorosamente sempreverdi in modo che la bellezza del giardino sia fruibilein ogni stagione. Il contrasto si anima anche nella contrapposizione tra piante “femminili” (basse e tondeggianti) e piante “maschili” (al contrario, alte e spigolose); le prime di solito decorano i sentieri, le seconde si trovano agli ingressi del giardino.