Quando potare le siepi? Dipende dalla pianta

174
Quando potare siepi

Potare periodicamente le siepi è un’operazione dalla quale non è possibile esimersi se si desidera un giardino bello, rigoglioso e ordinato. La potatura, infatti, serve per eliminare foglie e rami secchi, favorendo la penetrazione dei raggi del sole all’interno della siepe e garantendo il giusto arieggiamento alla pianta. Si tratta, quindi, di un intervento necessario per preservare la salute delle siepi.

Alcune piante da siepe necessitano maggiori attenzioni rispetto ad altre e quindi necessitano di essere potate più frequentemente.
Per preservare la salute e la bellezza delle siepi del nostro giardino è fondamentale sapere esattamente quando e come potare ciascuna tipologia di siepe. Ogni pianta, infatti, ha tempi e caratteristiche differenti, quindi, anche il periodo della potatura può variare da un’essenza all’altra.
Vediamo, allora, quando potare le siepi in base al tipo di pianta e in base alla sua età.

La regola generale prevede che le siepi vadano potate due volte all’anno:
– Febbraio/Marzo
– Agosto/Settembre
Esistono però piante a crescita lenta che vanno potate solo una volta l’anno – alla fine dell’inverno, prima della fioritura primaverile – o alla fine dell’estate. Alcuni esempi di piante che necessitano di un’unica potatura sono: il tasso, la photinia e il biancospino.
Le piante che necessitano di una seconda potatura alla fine dell’estate, invece, sono quelle con una crescita più veloce, come ad esempio: il Lauroceraso, il Biancospino o le piante rampicanti.
Per le siepi di sempreverdi come il bosso, il lauro o il viburno, invece, non si può individuare un periodo di potatura preciso, ma occorre prevedere una potatura di mantenimento nell’arco di tutti i 12 mesi, intervenendo quando necessario per eliminare rami secchi, spezzati e foglie morte.

Un altro fattore da tenere in considerazione per decidere quando potare una siepe è l’etá della pianta. Le piante giovani, con pochi mesi di vita necessitano di una potatura mirata per favorire la messa in dimora degli arbusti e il vigore vegetativo. Nei primi tre anni di vita, invece, sarà necessario potarle e sfrondarle almeno 4 o 5 volte l’anno. Dopo il terzo anno di vita bastano una o due potature l’anno a seconda del tipo di siepe.