Perché il calcare può diventare un grosso problema per elettrodomestici e riscaldamenti?

176

Il calcare è uno dei nemici naturali di chi ama prendersi cura della propria casa e ama tenerla impeccabile ogni giorno. Per capire di cosa parliamo basti pensare ai detestabili aloni grigiastri che si depositano sulle pareti della doccia, sulle rubinetterie e sulle pareti dei lavabi e dei lavandini che, peraltro, sono difficilissimi da mandare via. Pur strofinando vigorosamente tutte le volte, basta una passata di acqua di rubinetto per veder tornare quelle piccole macchiette a forma di goccia di cui è difficile disfarsi. 

Il calcare, tuttavia, non è solamente un fastidio estetico ma anche un grosso problema per elettrodomestici ed impianti di riscaldamento che, utilizzando acqua sanitaria, rimangono spesso intasati dai depositi di questo composto naturale. Eppure una soluzione c’è e si chiama addolcitore acqua. Di cosa si tratta? Scopriamolo insieme. 

Cos’è il calcare?

Prima di parlare delle potenzialità dell’addolcitore d’acqua è importante dedicare due righe al calcare, spiegando esattamente che cos’è e perché si sedimenta così ostinatamente su tutte le superfici che tocca. Parliamo di un composto incrostante a base di Carbonato di Calcio. La sua formazione è dovuta alla presenza degli ioni di Calcio che sono disciolti in acqua e aumenta vertiginosamente quando la temperatura aumenta

Si tratta di un composto molto interessante, caratterizzato anche da ottime capacità isolanti di cui si fa ampio uso anche in edilizia. Tuttavia la sua presenza nell’acqua sanitaria domestica, spesso influenzata dalla zona geografica e dalle caratteristiche del sottosuolo, non è poi così piacevole e non solo per questioni legate alle pulizie di casa.  

Problematiche causate dal calcare 

Quando il calcare inizia a sedimentarsi dentro boiler e caldaie possono verificarsi una serie di problemi, tra cui il calo delle prestazioni, in percentuali che arrivano anche fino al 20%. L’acqua ricca di calcare, quindi, peggiora il funzionamento di tutti gli elettrodomestici e si traduce, sovente, in una spesa aggiuntiva in riparazioni, sostituzioni e manutenzioni

Il calcare, in definitiva, danneggia gli elettrodomestici, causa incrostazioni e depositi difficili da mandare via e ci induce a consumare maggiori quantità di detergenti e detersivi per sbarazzarci delle incrostazioni. Certo, si potrebbe pensare che, dopotutto, basta usare i prodotti anti-calcare disponibili in commercio ma, forse, questa, non è la soluzione migliore, anche perché non si può praticare all’interno di termosifoni, tubature e caldaie. Peraltro si parla di prodotti altamente corrosivi che, nel tempo, danneggeranno le superfici domestiche in modo irreversibile. 

Come risolvere questo problema, dunque?

La risoluzione alle problematiche causate dal calcare è davvero semplicissima. Difatti basterà installare l’addolcitore d’acqua. Si tratta di un dispositivo pensato per risolvere il problema alla radice e, quindi, neutralizzare la presenza del calcare nell’acqua domestica. In pratica l’addolcitore viene installato a monte dell’impianto idraulico dell’abitazione e fungerà da scudo alle tubature, agli elettrodomestici e, soprattutto, alla caldaia. Ogni volta che si apriranno i rubinetti l’addolcitore distribuirà acqua dolce in tutta la casa e ci farà notare da subito tutti i benefici che è in grado di apportare.  Si spenderà meno denaro per le pulizie, si risparmieranno soldi in bolletta e la casa non sarà più cosparsa di quelle odiose macchioline sedimentate su tutte le superfici.