Illuminazione intelligente, risparmio e casa smart, quando il futuro è già qui

17

Quando si parla di casa smart si pensa ad un’abitazione intelligente, comandata dalla domotica. Uno sguardo al futuro prima di tutto, ma anche un modo per ottimizzare la quotidianità e rendere la propria casa più confortevole.

Negli ultimi anni questa tendenza ha preso sempre più piede, grazie anche allo sviluppo di nuove proposte che vengono incontro alle esigenze degli utenti.

Tra tutte le novità, l’illuminazione smart è una di quelle che sta raccogliendo più consensi, poiché molto funzionale e utile. Nell’ultimo periodo, con la nascita di strumenti e sistemi pensati ad hoc, è stato possibile abbandonare i vecchi sistemi di illuminazione ancora legati alle classiche lampadine, per fare spazio a soluzioni intelligenti e applicazioni in grado di comandare il tutto direttamente dal proprio smartphone. 

Il processo di innovazione vede andare a braccetto tecnologia e risparmio energetico, con le lampadine a LED che sono state il primo tassello, poi inglobate e utilizzate a supporto di sistemi sempre più avanzati e in grado di rendere più unica e funzionale l’illuminazione di casa e ufficio. 

Come si sta sviluppando e come sfruttare il mondo dell’illuminazione intelligente

Dopo anni di ricerche sono nati dei sistemi innovativi che permettono di comandare direttamente da smartphone e PC l’intero sistema di illuminazione della propria casa.

Per far sì che si possa scegliere la dotazione in grado di garantire un livello di illuminazione funzionale e soddisfacente, è bene comprendere e approfondire alcuni aspetti connessi alla domotica.

Se si parla di impianti di illuminazione smart, è bene capire la differenza tra le varie lampadine intelligenti, fulcro di questa innovazione. In commercio si trovano lampade smart con hub e senza. Quali preferire? Dipende dalle proprie esigenze.

L’hub in questione non è altro che un sistema di controllo centralizzato che consente di gestire tutti i dispositivi smart per l’illuminazione della casa. In caso di mancanza di questo elemento, il tutto viene effettuato tramite smartphone, anche se il processo risulta essere un po’ più complesso. 

Le lampade smart sono apprezzate perché consentono di controllare il livello di luminosità, le zone di luce e di ombra e gli orari di accensione delle lampade.

Tra tutti, Philips è il brand che ha più esperienza in questo settore. La linea Philips Hue, ad esempio, grazie ad un bridge, permette di ottenere la connessione tra tutte le lampadine, i telecomandi e i vari sensori che possono essere implementati in un sistema di questo tipo. In questo modo si permette l’accensione e la gestione controllata della luce.

Sulla stessa scia anche le lampadine smart connesse a Google Home possono esser utili, e sono tra i prodotti più scelti sul mercato, specialmente per chi utilizza l’ecosistema in questione nella propria abitazione.

Una casa intelligente non è interessante solo dal punto di vista tecnologico, ma può migliorare il benessere per chi in questi ambienti ci vive.

Sul versante della fornitura energetica, operatori come E.ON rendono oggi possibile la scelta di soluzioni fortemente rispettose dell’ambiente. Per esempio, l’offerta luceE.ON LuceClick Verde“, fornisce al cliente energia proveniente da fonti rinnovabili, e offre un prezzo bloccato per un anno. Grazie all’App My E.ON, disponibile gratuitamente per smartphone Android e iOS, il cliente può inoltre monitorare e gestire tutte le forniture attive, proseguendo e consolidando il nuovo corso energetico all’insegna dell’innovazione tecnologica.

Tutto questo è il simbolo chiaro dei tempi che cambiano. Si va verso un futuro sempre più smart ed eco-friendly, questo è un dato incontrovertibile.