Bricolage e fai da te in casa, cosa serve?

26

Bricolage e fai da te in casa, cosa serve?

Nel settore degli hobby creativi, il bricolage negli ultimi anni ha risvegliato l’interesse di molti. Quest’attività, che consiste nel trasformare materiali, oggetti o strumenti (precedentemente utilizzati per altri scopi) in nuove soluzioni innovative, permette di recuperare vecchi oggetti, dando loro nuova vita.

La fantasia e i campi di applicazione non pongono alcun limite: ci si può dedicare a progetti per il bagno, per la camera da letto, per rinnovare l’arredamento del salone o cimentarsi con l’elettronica, o ancora a progetti per il recupero ecologico intelligente o per l’abbellimento del giardino e degli esterni.

Approcciarsi ad un progetto di bricolage può essere anche un po’ complicato e snervante per chi inizia da zero. Il trucco è sapere come e dove iniziare, partendo con la conoscenza dei materiali e soprattutto con gli strumenti giusti.

Internet può essere una fonte primaria di ispirazione per un nuovo progetto. Una semplice ricerca su Google può aprire molte porte, ma anche piattaforme come Instagram e Pinterest sono fonti inesauribili di idee uniche e creative. Libri e riviste sono un altro ottimo mezzo per trovare ispirazione.

Conoscere i materiali specifici coi quali andrai a lavorare, può fare miracoli per un progetto di successo. Lo stesso vale per la comprensione di determinate tecniche o metodi di lavorazione. Prima ancora di iniziare un progetto fai-da-te, cerca alcuni dettagli sui materiali, strumenti e tecniche previsti nel suo procedimento.

Ogni progetto richiede una specifica attrezzatura, ma ci sono degli strumenti che non possono proprio mancare nella cassetta degli attrezzi. Non serve depredare un negozio di ferramenta: è meglio investire il budget negli strumenti che sai che utilizzerai con maggiore frequenza. Questi strumenti di base – come un martello, una chiave regolabile e un set di cacciaviti – sono sempre utili nei lavori di riparazione domestici. Un altro accessorio che può semplificare di molto i lavori fai-da-te è un coltellino multiuso, indispensabile per molti lavori di taglio (e intaglio), come l’apertura di scatole o la rifinitura di carta da parati, difficili da fare con le forbici.

Se intendi lavorare spesso con il legno, un seghetto a mano non deve mai mancare: è utile per eseguire tagli rapidi perché è molto più semplice (e sicuro) da usare rispetto ad una sega elettrica. Spesso, nel bricolage, c’è bisogno di dover tirare o girare viti o altri piccoli elementi. Le pinze aiutano in questo delicato compito grazie ai dentini metallici che garantiscono qualsiasi tipo di presa.

Proprio come un chiodo non va bene senza un martello, un martello è inutile senza chiodi. Se tieni a portata di mano una varietà di chiodi e viti, non dovrai precipitarti nel negozio di ferramenta ogni volta che qualcosa nella tua casa ha bisogno di un dispositivo di fissaggio.

Un trapano elettrico è poi l’utensile elettrico più utile che potrai inserire nel tuo corredo insieme ad un saldatore, indispensabile soprattutto nei lavori che hanno a che fare con l’elettronica. La maggior parte degli esperti afferma che i trapani a batteria sono molto più gestibili rispetto ai cugini a filo, anche se spesso meno potenti.

Nastri adesivi, metri di misurazione, livelle e torce sono un’aggiunta gradita. Infine, ricorda che non è sufficiente avere solo un buon set di strumenti. Devi anche sapere come usarli. Quindi, mentre costruisci il tuo kit di strumenti, sviluppa anche le tue abilità fai-da-te.