Manutenzione di tavoli e sedie in ferro battuto

290
1685 0 manutenzione_di_tavoli_e_sedie_in_ferro_battuto

Per i mobili esterni, il ferro battuto è una scelta di grande eleganza e prestigio. Si tratta di un materiale robusto e ideale per essere modellato in forme creative e armoniose, per dare un tocco in più al giardino o al terrazzo. Al tempo stesso le sedie e i tavoli in ferro battuto sono resistenti agli agenti atmosferici e alle condizioni avverse, a patto che si rispettino le elementari regole di manutenzione in modo da avere mobili sempre ben tenuti. Il ferro battuto, anche se è stato trattato per essere usato in esterni, dopo un certo numero di anni può arrugginirsi, o comunque cominciare a perdere la verniciatura o a rovinarsi. In questi casi non c’è alternativa: l’unico modo per risolvere la situazione è armarsi di olio di gomito e prodotti specifici, per procedere a carteggiare, passare l’antiruggine e riverniciare. Una prima operazione da eseguire periodicamente sui propri tavoli e sedie in ferro battuto si fa con la carta vetrata, di grana media o fine. Con questa si carteggia ogni singola parte del mobile, rimuovendo le eventuali parti arrugginite, facendo attenzione ad angoli e saldature. A questo punto si controlla l’integrità del tavolo o della sedia, e in caso di buchi si usa dello stucco per ferro per chiuderli. Dopo è importante assicurarsi che la polvere che verrà immancabilmente a formarsi carteggiando venga eliminata, aiutandosi con uno straccio o, potendo, con un getto di aria compressa. Ora finalmente si può passare la mano di antiruggine, meglio due, dopo aver fatto asciugare la prima. Poi è il momento della verniciatura, avendo cura di scegliere una vernice apposta per il ferro battuto. Periodicamente, bisognerà controllare che non ci siano nuove zone arrugginite, nel qual caso sarà necessario ripetere l’operazione. In questo modo tavoli e sedie saranno sempre belli e duraturi nel tempo.