L’Unione Filatelica Subalpina

119
1475 0 lunione filatelica subalpina_ok

Tra le più prestigiose associazioni filateliche del nostro Paese c’è sicuramente l’Unione Filatelica Subalpina, che vanta più di un secolo di attività: fu infatti fondata nel 1913, il 10 giugno, con il nome di Associazione Filatelica Subalpina. Il nome mutò nel 1927 in Unione Filatelica Subalpina dopo la fusione con il Circolo Filatelico Italiano. Dopo gli anni oscuri della guerra, dal 1946 cominciò la rifondazione della Subalpina, grazie all’opera di Andrea Malvestio, medico padovano rimasto poi per lunghissimi anni presidente onorario dell’associazione. Altri noti filatelisti italiani si sono succeduti alla presidenza, come Carlo Cerutti, Alessandro Claray, Giuseppe Marazzina, Giovanni Riggi di Numana, Mauro Francaviglia. Tra le iniziative filateliche della Subalpina, il «Centenario del Risorgimento» del 1948, il «Centenario dei francobolli di Sardegna» nel 1951, le «Celebrazioni dell’Unità d’Italia» nel 1961 e così via. La Subalpina ha organizzato anche la Giornata della Filatelia nel 1991. L’Unione Filatelica Subalpina è dai giorni della sua fondazione molto attiva anche nell’editoria filatelica, grazie sia alla stampa di numeri unici e monografie e con la sua rivista bimestrale, «Il Foglio». L’Unione Filatelica Subalpina è stata anche tra le sei fondatrici della Federazione tra le società filateliche italiane, allora ancora conosciuta come Unione delle associazioni e dei circoli filatelici italiani (insieme a, tra le altre, l’Unione filatelica lombarda, la Società filatelica trentina e l’Associazione filatelica numismatica italiana). Oggi la Subalpina è aperta ogni secondo lunedì del mese e ultimo lunedì del mese dalle 21 alle 23, e tutti i venerdì dalle 14 alle 18.30. I soci possono usufruire della biblioteca e del servizio Novità aerea Italia-Vaticano-San Marino, ricevere “il Foglio”, partecipare alle giornate di scambio tra soci, pubblicare le proprie collezioni, visualizzare quelle degli altri soci, partecipare agli eventi e pubblicare i propri articoli o rubriche.