Lo spinning

71
948 0 lo_spinning_ok

Lo spinning (o indoor cycling) è una disciplina che ultimamente ha riscosso un notevole successo per i benefici che è in grado di portare in termini di dimagrimento (visto che il dispendio calorico è notevole) e di tonificazione dei muscoli. La bicicletta usata per lo spinning non è una semplice cyclette da casa, ma ha delle caratteristiche costruttive pensate proprio per questo sport, con un telaio molto robusto e regolabile (è fondamentale che la bike sia “tarata” sulle caratteristiche fisiche, come altezza e peso, dello sportivo), maggiore resistenza per le violente sollecitazioni a cui è sottoposta rispetto a una cyclette, dotata di manubrio capace di supportare la posizione delle mani adatta a tutti i tipi di andatura e con un sistema micrometrico della resistenza. Lo spinning è un’invenzione del personal trainer losangelino Johnny G. ed è comparso in Europa intorno alla metà degli anni Novanta. Si pratica pedalando a varie velocità con l’ausilio di sottofondo musicale, con un cardiofrequenzimetro per controllare il battito e con “percorsi” specifici stabiliti dall’istruttore. Le lezioni in genere durano tre quarti d’ora e sono estremamente intense, con benefici per potenza, capacità lattacida e per gli apparati cardio-circolatorio e respiratorio. In genere, lo spinning permette di consumare circa 540 calorie all’ora, rendendolo un ottimo allenamento aerobico. Lo spinning prevede varie posizioni: seated flat, posizione di base, seated climbing, per le salite di lieve entità, standing flat, in piedi sui pedali, standing climbing per le salite impegnative, jumping per gli scatti improvvisi. A ognuna di queste posizioni, assegnata a una sezione dell’allenamento, viene accompagnata la musica adatta: rock per il jumping, dance per l’arrampicata, new age per la pedalata rilassante e così via. Di lezione in lezione il programma diventa più impegnativo, ma si tratta comunque di uno sport adatto a tutte le età.