Le tecniche di cottura 2 parte

104
564 0 tecniche_cottura_vapore_ok

Nella seconda parte dedicata alle tecniche di cottura scoprirete nuovi metodi per preparare i vostri piatti.COTTURA AL VAPOREPer una perfetta cottura al vapore è indispensabile che gli alimenti non tocchino l’acqua. Per questo tipo di cottura potete usare le pentole già predisposte per la cottura a vapore oppure comprare un cestello da inserire all’interno di qualsiasi pentola. L’acqua che metterete nella pentola dovrà avere un livello inferiore alla base del cestello. Le regole base prevedono l’utilizzo del coperchio (per non disperdere il vapore) e la fiamma costantemente bassa. Nel caso il liquido dovesse finire, potrete aggiungere altra acqua, ma soltanto già calda. La cottura al vapore è utilissima per diete ipocaloriche e per cuocere i cibi delicati. Inoltre, i valori nutritivi degli alimenti rimangono completamente intatti.STUFAREQuesto tipo di cottura richiede tempi prolungati e si ottengono cibi rosolati grazie alla combinazione di grassi aggiunti e l’azione del vapore. Una volta evaporata l’acqua, rimarrà sul fondo un saporito succo che potrà essere usato per condire gli alimenti sul piatto di portata. E’ importante tenere sempre la pentola coperta e la fiamma bassa. Di tanto in tanto, controllate che nulla si “attacchi” ed aggiungete eventualmente un po’ di brodo caldo. Potete stufare in particolar modo carni e verdure.BRASAREE’ un tipo di cottura molto simile a quello precedente e con le stesse regole. La differenza è che nel brasato gli alimenti sono generalmente più grandi. Vanno prima rosolati e poi cotti con liquidi aggiunti, sempre moderatamente. Al liquido, potrete anche aggiungere vini o succhi per insaporire gli alimenti. Anche per il brasato è importante controllare che i cibi non si attacchino, utilizzare un coperchio e cuocere a fiamma bassa. Potrete usare il sugo di cottura per insaporire i vostri alimenti una volta disposti sul piatto di portata.