Festivaletteratura 2014

80
1109 0 Festivaletteratura

A Mantova dal 3 al 7 settembre sarà in scena la 18a edizione di “Festivaletteratura”, la kermesse di letteratura che si tiene ogni anno dal 1997. Durante l’evento verranno organizzati incontri e colazioni con autori, ma anche spettacoli, concerti, reading e molto altro. Ci saranno autori e ospiti, scrittori, giornalisti, blogger, critici letterari e artisti. Per acquistare i biglietti si può chiamare il numero 0376.288361 oppure recarsi presso la biglietteria alla Loggia del Grano della Camera di Commercio in Via Spagnoli a Mantova. Gli eventi letterari durano mediamente un’ora e mezza mentre i laboratori durano circa due ore e mezza.Tanti i fuori programma previsti in città: in piazza Sordello una vetrina dedicata alla letteratura araba contemporanea, oltre a un servizio di consulenza bibliogra?ca dedicato ai lettori e agli editori che volessero approfondire la conoscenza di questa produzione; in piazza Erbe nel ?ne settimana Chiara Trevisan, la lettrice vis-à-vis, girerà per il Festival con la sua bicicletta carica di libri per le sue letture personalizzate. Inoltre, presso il corner di The Reading Circle sarà possibile ricevere informazioni su servizi, attività e gruppi di lettura presenti nelle biblioteche della provincia di Mantova. Infine in piazza Alberti ci sarà una delle librerie di scambio del festival, ovvero un’opportunità per scambiarsi libri tra i lettori, che potranno prenderne uno lasciandone uno proprio o depositando nell’apposita cassetta un’offerta adeguata.Molti i nomi noti della letteratura internazionale presenti al festival, come Michael Cunnigham (autore e insegnante alla Yale University), l’autore italiano Sebastiano Vassalli, il premio Pulitzer Elizabeth Strout, Jonathan Gottschall (docente di inglese al Washington & Jefferson College di Pittsburgh) ma anche progetti sull’attualità come quello sull’immigrazione a cui parteciperà il sindaco di Lampedusa Giusi Nicolini e iniziative sull’applicazione dei nuovi media in ambito letterario, con un percorso sulle trasformazioni che Internet e i social media hanno apportato al giornalismo fino al webgiornalismo. Ma il festival mira soprattutto al lancio di nomi nuovi.