Cure per un prato perfetto

57
1121 0 Cure per un prato perfetto.JPG

Avere un prato dove trascorrere ore piacevoli all’aria aperta è una fortuna, ma è anche necessario curarlo per poterlo avere sempre in ordine e in buono stato. La prima operazione a cui bisogna porre attenzione è l’annaffiatura.Il prato, come detto, va curato quotidianamente, soprattutto con l’inizio della primavera.Oltre all’annaffiatura, la rasatura è un lavoro che va fatto circa una volta a settimana, preferibilmente nelle ore più fresche della giornata, prima del tramonto ed a terreno asciutto.Lo strumento per la rasatura è detto tagliaerba. In commercio, troverete i tagliaerba elettrici più adatti a piccoli giardini e a scoppio, più potenti, per ampi spazi. Quelli elettrici sono più pratici e maneggevoli e non hanno bisogno di particolare manutenzione, mentre quelli a scoppio richiedono una particolare manutenzione avendo, a tutti gli effetti, dei veri e propri motori.Nel caso una zona del prato si secchi, creando una chiazza gialla, è necessario zappare bene la zolla ed eliminare le parti superficiali del terreno. Dopo circa una settimana, in cui avrete lasciato respirare il terreno, potete seminare la parte ripulita. Dovrete annaffiare la zona appena seminata almeno un paio di volte al giorno e dopo circa quindici giorni riavrete il vostro prato verde, con pochissime tracce dell’operazione fatta.Come già detto, l’annaffiatura è una delle operazioni fondamentali nella cura del prato. Se l’area da innaffiare è molto grande è meglio predisporre un impianto d’irrigazione interrato, che provvederà a distribuire la quantità giusta d’acqua anche in vostra assenza.Se invece l’area è più piccola e meglio gestibile potrete usare il classico carrello avvolgitubo con tubo flessibile e una lancia a spruzzo.Al momento dell’acquisto del carrello, prestate attenzione alla qualità. Sul mercato esistono molti prodotti, alcuni anche molto economici, ma se di cattiva qualità renderanno solo più difficile il vostro lavoro giornaliero e, con buone probabilità, dureranno solo una stagione. Meglio quindi affidarsi a prodotti che resistono bene alle intemperie e pratici da utilizzare.