La semina

64
1122 0 La semina

La semina del prato deve essere preceduta da un’accurata preparazione. In particolare, è importante una buona progettazione per ottenere i migliori risultati e per poter effettuare il lavoro in tempi più brevi. La prima cosa da considerare è la forma che avrà il prato. Se avete notato zone dove l’erba cresce con maggiore difficoltà, potete considerare la possibilità di piantare degli arbusti che nasconderanno perfettamente le parti non esteticamente belle.Un’altra cosa da progettare anticipatamente sono i camminamenti e i vialetti. Potrete mantenere quelli che ci sono già o modificarne i percorsi.Valutate inoltre eventuali lavori per un impianto di irrigazione o di illuminazione. Eventuali scavi e lavori vanno fatti obbligatoriamente prima della semina.Per ottenere maggiori soddisfazioni di crescita del vostro prato, il terreno dovrà essere preparato al meglio. Prima di tutto con una bella pulizia, lavorando bene il terreno ed eliminando i residui del vecchio prato. Vangate bene tutta l’area eliminando eventuali detriti e pietre.Lavorate quindi il terreno molto bene, aggiungendo del concime per arricchire lo strato superficiale.A questo punto potete passare al livellamento con un rastrello, eliminando eventuali buche, e cercando di rendere la superficie del terreno ben lineare.Una volta effettuati tutti lavori di preparazione, potete passare alla vera e propria operazione di semina.Utilizzate miscugli di sementi composti da quattro o cinque specie. Per la scelta fatevi aiutare dal vostro vivaista di fiducia che vi consiglierà in base all’area climatica e alle caratteristiche del vostro terreno. Per un buon risultato utilizzate esclusivamente sementi di buona qualità.La semina deve essere effettuata in un giorno asciutto e senza vento. Effettuate almeno due passaggi incrociati per distribuire al meglio le sementi.Coprire quindi i semi con una leggera e delicata rastrellatura o spargendo uno strato di terriccio.Subito dopo la semina, è importantissimo eseguire l’irrigazione del futuro prato. La superficie deve essere tenuta umida fino alla germinazione. Una volta che l’erba sarà alta alcuni centimetri potrete diradare le annaffiature.