Zündapp KS 750

243
1683 0 la_zundapp_ks_750

Fra i sidecar più famosi della storia un posto d’onore spetta sicuramente alla Zündapp KS 750, la motocarrozzetta militare che entrò al servizio della Wehrmacht durante la seconda guerra mondiale. Con una massa a vuoto di 400 kg, un serbatoio da 23 litri, un motore bicilindrico a V con ampiezza 170°, una cilindrata di 751 centimetri cubi, la Zündapp KS 750 era in grado di arrivare alla velocità di 95 chilometri all’ora e su strada consumava circa 6 litri ogni 100 chilometri percorsi.Il telaio era una doppia culla chiusa in lamiera stampata, con sospensioni anteriori a parallelogramma, freni anteriori a tamburo a comando meccanico e posteriori a tamburo a comando idraulico. L’avviamento era a pedale e la trasmissione primaria a ingranaggi, secondaria a cardano. La Zündapp KS 750 venne commissionata direttamente dall’Oberkommando des Heeres, che voleva veder realizzata una motocicletta militare ma non derivante da un modello civile precedente. L’obiettivo era riuscire a trasportare fino a 3 soldati equipaggiati di tutto punto, con una velocità di crociera intorno agli 80 chilometri orari ma anche la possibilità di viaggiare a una velocità dminima di 6 km/h, per non distanziare le altre truppe in marcia. Il prototipo presentato dalla BMW fu la R75, ma alla fine a vincere la sfida fu proprio la Zündapp KS 750; le due case alla fine si accordarono per produrre tutti e due i modelli unificando molti dei pezzi di ricambio, come i carrozzini, le ruote e i freni. La produzione della Zündapp KS 750 continuò anche malgrado i bombardamenti che colpirono Norimberga, nei quali stabilimenti il sidecar veniva prodotto. Alla fine della guerra, nel 1946, uscì di produzione, dopo alcuni esemplari riadattati per l’uso civile; il numero complessivo di Zündapp KS 750 che erano stati prodotte era di 18.635 motocarrozzette.