BMW R75

407
929 0 MODELLISMO   Veicoli   Sidecar. La BMW R75

Uno dei più famosi modelli esistenti di sidecar militare, ancora oggi scelto da molti modellisti per far parte della propria collezione, venne prodotto dal 1941 al 1944 in Germania dalla BMW: la BMW R75, motocicletta con sidecar che fu creata su richiesta dell’esercito tedesco con l’obiettivo di avere una macchina più efficiente soprattutto per il fuori strada. Nella BMW R75 si riscontrano numerose novità destinate a fare scuola, dall’asse unico che comprendeva sia la ruota del sidecar che la ruota posteriore della motocicletta alla retromarcia, fino al differenziale impostabile che poteva essere regolato permettendo ottime prestazioni sia sulla strada che sullo sterrato. La R75, che fu protagonista di uno “scontro” con la rivale Zündapp KS 750 per la supremazia nell’esercito finché un netto processo di standardizzazione non le rese molto simili, nei suoi ultimi anni di produzione fu talmente ben realizzata che ancora oggi modelli tenuti bene possono essere tranquillamente usati per la guida di tutti i giorni sia in strada che fuori strada. Dotata di motore centrale, con una cilindrata di 746 centimetri cubi, 26 cavalli di potenza, l’R75 era lunga 2,4 metri e larga 1,73 metri, con un’altezza di un metro e un peso a vuoto che si aggirava intorno ai 420 chilogrammi. La velocità massima che questo modello poteva raggiungere su strada era di 92 chilometri all’ora, con un’autonomia di 340 chilometri. L’R75 poteva caricare anche tre uomini. In quanto ad armamento, la BMW R75 era equipaggiata o con una mitragliatrice cal. 7,92 × 57 mm Mauser (MG 34 o MG 42), o anche con un MG 15 o MG 81. L’obiettivo stabilito dalle autorità tedesche era di arrivare a una produzione di 20.000 esemplari ogni anno, ma quel numero non venne mai raggiunto e la produzione si interruppe quando lo stabilimento di Eisenach venne bombardato dagli alleati.