Vanna Vinci e le sue graphic novels

117
1076 0 Vanna Vinci e le sue graphic novels_ok

Vanna Vinci è un’importante artista italiana del mondo del fumetto. Ha prodotto numerose graphic novels, veri e propri romanzi a fumetti.Vanna Vinci è nata a Cagliari il 30 aprile 1964 e lavora attualmente come fumettista, illustratrice e insegnante presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna e presso la scuola di fumetto Humpy Dumpty sempre nella stessa città.Dopo un diploma presso l’Istituto Europeo di Design di Milano ha creato con un’amica uno studio grafico nella sua città natale (Mow Mow). L’esordio nel mondo del fumetto risale al 1989, con delle storie brevi sul alcune riviste del settore e, successivamente pubblicando per importanti case editrici italiane.Nel suo curriculum vanta dei lavori per il fumetto Dylan Dog per la Sergio Bonelli Editore.Come fumettista, ma anche come illustratrice, ha collaborato con la Einaudi Ragazzi, Arnoldo Mondadori Editore, Fabbri e il Battello a Vapore. Alcuni suoi lavori sono anche apparsi su l’Unità.La principale casa editrice di riferimento per le sue graphic novels è la Kappa Edizioni che ha pubblicato più di una decina di sue opere.Come detto, le graphic novels sono romanzi a fumetti, in cui la storia è normalmente autoconclusiva e normalmente sono destinate ad un pubblico adulto. Questo tipo di fumetto viene anche definito “fumetto d’autore” per distinguerlo dai fumetti seriali o popolari. Questo genere è nato all’estero dopo la seconda guerra mondiale, ma è giunto in Italia soltanto nel 1969.Le storie di Anna Vinci hanno un ritmo quasi onirico. Pur essendo ambientate nel mondo attuale, i personaggi sembrano sospesi in un piano magico, in cui introspezione, ricordi ed emozioni si rincorrono, dando vita a romanzi forti e coinvolgenti.Nelle sue graphic novels, oltre alla storia emozionante bisogna fare i conti con le immagini che coinvolgono completamente il lettore.Da non perdere assolutamente: “Aida” e “Gatti neri Cani bianchi”.