Trittico della crociera nord-atlantica

101
1231 0 trittico della crociera nord atlantica_ok

La filatelia specializzata ha la completezza della collezione come “spinta” principale: il suo scopo è infatti quello di raccogliere tutte le possibili varianti di una singola emissione filatelica. Visto che le varianti possono riguardare un particolare qualsiasi del francobollo (dalla carta alla dentellatura, dalla filigrana alla stampa, dalla gomma ad altre imperfezioni) è possibile stabilire un lungo elenco di combinazioni e di francobolli che apparentemente possono sembrare uguali a un occhio non esperto e che invece sono molto diversi, così come cambia rapidamente il loro valore.Con una buona collezione di filatelia specializzata si può raccontare la “storia” di un’emissione in modo molto dettagliato, ma va subito detto che si tratta di una delle branche più difficili in assoluto della filatelia: è quasi indispensabile che si collabori con un perito filatelico per non incorrere nel rischio di falsi e non considerare errori di emissione o varietà quelli che possono essere difetti del francobollo causati da altri motivi.Fra le più famose emissioni oggetto di studio da parte della filatelia specializzata in Italia c’è il Trittico della Crociera Nord-Atlantica del 1933, uno dei più famosi francobolli di posta aerea emessi dal Regno d’Italia: nella sezione sinistra dei trittici vi è infatti un’etichetta per affrancare in raccomandata espresso dove è sovrastampata la matricola di ciascun idrovolante che partecipò alla Crociera Aerea compiuta nel 1933 dal generale Italo Balbo: qui gli appassionati di filatelia specializzata cercano di raccogliere esemplari diversi che portino le sigle di tutti e venticinque i piloti che parteciparono all’evento, dal comandante Mario Aramu al comandante Alessandro Vercelloni. Il Trittico della crociera nord-atlantica fu emesso il 20 maggio del 1944, stampato a rotocalco, con filigrana a corona, dentellatura 14, validità per la sola crociera, in tiratura di 200.000 esemplari e con disegni di Corrado Mezzana.