Varietà prodotte dagli errori

211
1232 0 varietà prodotte dagli errori_ok

Nella filatelia specializzata, sono molte le varietà prodotte dagli errori di emissione dei vari esemplari: gli errori e i difetti possono infatti riguardare la stampa, la sovrastampa, la dentellatura, la gomma, la filigrana. Il documento di riferimento, che ogni buon appassionato di filatelia specializzata deve tenere sempre presente per un confronto, è il “decreto di emissione” del singolo francobollo. Questo infatti determina le caratteristiche del pezzo, e tutte le difformità che si possono riscontrare rispetto a quanto stabilito nel decreto costituiscono nei fatti un errore.La filatelia specializzata distingue tre diverse categorie di esemplari a seconda della genesi dell’errore: varietà, francobolli naturali e francobolli sbagliati. Tutti gli errori visibili costituiscono “varietà”: varietà di dentellatura, errori di dentellatura, centri capovolti, errori di soprastampa, errori di stampa recto verso, errori di stampa difettosa,, téte-bèche (quando in una coppia di francobolli uno è rovesciato), errori nella filigrana e di incisione. Ad esempio, gli errori di dentellatura più comuni sono la dentellatura differente su uno o più lati, la dentellatura spostata rispetto alla vignetta, la dentellatura assente, la dentellatura multipla, la dentellatura “cieca”. Un tipo di errore di dentellatura è la differenza del numero di dentelli presenti (di solito calcolati su 2 centimetri di francobolli); fra le rarità più “pregiate” vi è ad esempio l’assenza di dentellatura, che però essendo un errore piuttosto macroscopico viene corretta dopo la stampa di poche centinaia di esemplari.Esiste anche la “dentellatura spostata” quando il foglio viene inserito storto nella perforatrice (un caso italiano famoso è il francobollo del 1965 con cui si commemorava il centenario dell’Unione internazionale delle telecomunicazioni: qui la varietà può arrivare a essere valutata anche 20.000 euro). In assoluto però le varietà più ricercate dai collezionisti sono gli errori di stampa, come ad esempio il famoso Jenny Rovesciato del 1918, francobollo americano che raffigura un aereo stampato a rovescio per un passaggio errato nella macchina da stampa.