Schede micro SD

102
1151 0 micro SD_ok

Diverse fotocamere supportano le schede di memoria micro SD, una definizione che indica una scheda Micro Secure Digital ideata da Sandisk e approvata dalla SD Association nel 2005. Queste schede si sono evolute molto nel tempo (all’inizio erano disponibili da 32, 64 e 128 MB) passando dalle micro SDHC (che supportano fino a un massimo di 32 GB) alle recenti micro SDXC (che possono arrivare a un massimo di 2 TB). La differenza tra questi ultimi due modelli sta nel diverso un File System: le SDHC utilizzano il file system non proprietario FAT 32, mentre le schede SDXC usano l’exFAT, un file system proprietario di Microsoft. Le micro SD sono solitamente vendute da sole o con un adattatore che le trasforma in SD normali (non esistono lettori di micro SD).Le schede SD si trovano in commercio in diversi tagli e vanno ogni anno in direzione di una espansione dei GB disponibili. Nel considerare le schede micro SD, bisogna valutare la classe, che ne indica la loro velocità minima di funzionamento, ovvero a quanti MB/s minimi avviene il trasferimento dei file: si parla di 2MB/s per una Classe 2 e di 10MB/s per la Classe 10. Il simbolo della classe viene indicato sulle confezioni con una “C” con all’interno il numero che ne indica, appunto, la velocità minima. Le schede più recenti riportano la sigla UHS Speed Class 1, che indica performance di 10MB/s minimi in scrittura e lettura (il simbolo è una “U” con un numero interno).Tra le marche più note nella produzione di schede micro SD figurano Samsung e Sandisk. Samsung ad esempio ha pensato alla serie EVO, una linea di micro SD dalle altissime velocità (fino a 48 MB/s in lettura e scrittura) a poco più di 10 euro. Sandisk invece ha recentemente creato una scheda da ben 128 GB: non è molto economica (su Amazon supera i 100 euro) ma ha una elevatissima capacità di memoria.