Schede di memoria SD per le macchine fotografiche

135
1038 0 schede SD

Ormai tutte le macchine fotografiche, compatte ma anche reflex, hanno bisogno di una scheda di memoria SD per poter contenere le foto scattate. Più aumenta la qualità delle immagini e maggiore dovrà essere la capienza delle schede. In alcuni casi sono comprese nella confezione della macchina fotografica, altre volte sono assenti, ma anche quando presenti solitamente non sono di grandi dimensioni. Innanzitutto bisogna capire di qualche scheda si ha bisogno: non ne esiste solo una tipologia. Poi bisogna recarsi in un punto vendita di elettronica e trovare la tipologia di scheda dopodichè scegliere la quantità di gb.Per quanto riguarda la tipologia di scheda possiamo trovare il formato standard (usato per le fotocamere), la Mini-SD, per la quale si fornisce spesso un adattatore per il computer e la Micro-SD. Tra i produttori ci sono marche come Sandisk, Fuji, Lexa, Delkin, Viking e Kingston.Lo spazio memoria di una scheda SD è forse il parametro più importante di cui tenere conto. Si parte da un minimo di 1gb fino a 2 tb. Esistono due tipologie di schede SD con diverse capacità: la SDHC è la versione più evoluta della scheda SD e può contenere fino a 32 gb e la SDXC può contenere fino a 2 tb. Normalmente una scheda da 2 gb può contenere fino a 380 foto in formato JPEG che si riducono a 100 se in una qualità maggiore come per il formato RAW. In generale però basta inserire la scheda nella fotocamera, scattare una foto e controllare quante ne mancano all’esaurimento dello spazio (ovviamente il calcolo viene fatto in base alla modalità che si sta usando in quel momento). La memoria SD va maneggiata con cura: bisogna evitare che la macchina fotografica si scarichi completamente perché ciò può danneggiare il file system della scheda; inoltre è meglio formattarla ogni tanto, non solo eliminando le immagini, ma da computer procedere con la formattazione.