San Pellegrino Terme

105
1336 0 san_pellegrino_terme_ok

La Valle Brembana è fonte di molte acque minerali dalle proprietà digestive e caratterizzate una leggerezza che consente di mantenere uno stato ottimale di benessere fisico. Tra queste, le acque delle Terme di San Pellegrino sono tra le più famose d’Italia: le terme si trovano nell’omonimo comune in provincia di Bergamo (da cui distano 20 km) e sono note per le loro acque minerali a 26 gradi dal sapore amarognolo, che sgorgano da tre sorgenti di identica composizione (“Palazzolo, “Salaroli” e “Fonte Vecchia”) da una rupe di natura dolomitica, composta da carbonato di calcio e di magnesio. La sua temperatura costante è garantita dalla sua profondità, che non permette alle acque superficiali di intaccarne la qualità. Nel 1992 il Ministero della Sanità ha riconosciuto le proprietà terapeutiche (ben note già nel Medioevo), da utilizzarsi per le cure termali, della sorgente “Vita”.Questa acqua solfato-bicarbonato-calcica-magnesiaca viene usata per curare diversi problemi, soprattutto per l’idropinoterapia (la somministrazione di acqua minerale per bibita a scopo terapeutico), ma viene utilizzata anche per bagni, fanghi, inalazioni, irrigazioni e idromassaggi ed è efficace nella cura di patologie legate allo stomaco e all’intestino, alle vie respiratorie, a quelle epatiche, del ricambio, locomotorie, ginecologiche, ecc. Queste terme offrono inoltre centri specializzati nella sordità rinogena (diminuzione dell’udito che deriva da processi infiammatori delle prime vie respiratorie) e nella riabilitazione respiratoria e motoria.Già nel XV secolo la notorietà di queste acqua benefiche si diffuse in tutta Italia: lo stesso Leonardo da Vinci ebbe modo di visitare il paese brembano e in quell’occasione definì “miracolosa” l’acqua di San Pellegrino. San Pellegrino Terme si sviluppa come centro termale nel XVIII secolo (1839) e diventa un’elegante stazione termale e di villeggiatura nel 1900. Da queste stesse acque nasce l’acqua San Pellegrino, che possiede una quantità bilanciata di magnesio, calcio e anidride carbonica.