Sacchi a pelo

104
853 0 Outdoor  i sacchi a pelo

Per chi vuole dormire all’aria aperta il sacco a pelo è la soluzione ideale in termini di comfort, calore, praticità di trasporto e protezione dagli agenti atmosferici. Un must per ogni appassionato di campeggio, si giova ormai di materiali e tecnologie avanzate per garantire ottime prestazioni in qualsiasi condizione meteorologica. Esistono fondamentalmente due tipi di sacco a pelo, a mummia e rettangolare. Il primo, come indica la parola, avvolge completamente il corpo e può terminare in un cappuccio. Il sacco rettangolare o sacco a letto è invece più spazioso, più comodo ma più ingombrante nel trasporto, ed essendo meno aderente è più probabile che filtri l’aria raffreddando così il corpo durante la notte; in genere, il sacco a mummia è dunque preferibile nel campeggio d’alta montagna e in luoghi dove lo spazio è limitato e la temperatura rigida, mentre il sacco rettangolare (che può anche essere usato come una coperta) dà il suo meglio nel campeggio più stanziale. Particolare attenzione va dedicata all’imbottitura: ne esistono parecchie, in piume d’oca o d’anatra, o in fibre sintetiche trattate al silicone. Un sacco a pelo con imbottitura di piume è più leggero e scalda meglio di tutti, ma costa di più in caso di pioggia impiega molto tempo ad asciugarsi, avendo doti molto minori di impermeabilità. Inoltre l’imbottitura di piume, oltre a tendere a una distribuzione irregolare all’interno del sacco a pelo, col tempo perde la sua capacità di tenuta del caldo. I sacchi a pelo con imbottitura in fibra sintetica hanno un costo inferiore e si asciugano molto in fretta, oltre a tenere bene l’isolamento termico, ma sono più ingombranti e pesanti. Date sempre un’occhiata all’apposita banda colorata che indica le tre temperature standard (comfort, limit ed extreme) per il sacco a pelo in questione in modo da scegliere quello che fa al caso proprio.