Cucina da campeggio

48
854 0 Outdoor  la cucina da campeggio

Il fornello da campeggio è uno degli strumenti che, insieme alla tenda e all’equipaggiamento per il riparo dell’escursionista, consente una permanenza esterna prolungata, in quanto rende possibile consumare anche cibi cotti. Esistono vari tipi di fornelli e cucine da campeggio. Per quello stanziale c’è il fornello a gas a bombola, che arriva anche a tre fuochi e permette di cucinare senza apprezzabili differenze da casa propria; costano poco anche perché il gas per il loro rifornimento ha un prezzo contenuto. Lo svantaggio è che si tratta di apparecchi che pesano molto, sono ingombranti ed è impensabile portarli nello zaino. Per gli escursionisti che vogliono viaggiare leggeri invece è molto popolare il fornello a gas a cartuccia, riempita con miscele di butano e propano, con accensione immediata e possibilità di regolare la fiamma; l’ingombro è ridotto, così come il peso, ma la cartuccia non può essere abbandonata in natura e a basse temperature di solito la miscela del gas ha difficoltà a vaporizzare. In più, non sempre è facile trovare il gas per il rifornimento. Ecco perché esistono i fornelli a multicombustibile, che possono funzionare con la benzina, molto più semplice da trovare. In questo caso però l’accensione è più lenta e il costo dell’apparecchio è superiore; è poi necessaria una manutenzione costante, con continua pulizia delle sue parti. Un altro vantaggio da non sottovalutare: la temperatura di congelamento della benzina è molto bassa, per cui il fornello a multicombustibile è una scelta ideale per le escursioni in alta montagna o in zone molto fredde. Da ricordare ancora il fornello ad alcoolfornello a combustibile solido, leggerissimo ed economico ma con poca potenza (al massimo per una o due persone, e la cottura dei cibi è molto lunga) e il fornello a combustibile solido, che però non permette di regolare la fiamma.