Presentare i primi piatti

40
1774 0 Presentare_i_primi_piatti

Quella della presentazione del cibo è un’arte: non basta saper cucinare, per far assaporare al meglio un primo piatto è importante saperlo presentare a tavola. Si tratta di un aspetto della cucina sottovalutato da molti ma l’estetica conta molto anche per il cibo. Il modo di porlo nel piatto più adatto, con le giuste decorazioni, influisce sulle aspettative del gusto: i tocchi finali spesso fanno la differenza e contribuiscono al successo del primo piatto.In primis le porzioni: ancora prima di pensare al tipo di piatto e al modo di collocarvi il cibo, bisogna sapere che la quantità determina la prima impressione. Non si deve mai sovraccaricare un piatto di pasta nè tantomeno bisogna servire piccole porzioni in piatti enormi. Il trucco sta nel trovare quell’equilibro che non faccia sembrare un piatto né troppo povero né troppo carico.Per quanto riguarda il tipo di piatto in molti usano quelli fondi per presentare a tavola i primi. Tuttavia per diverse tipologie di pasta e risotti il piatto piano è l’ideale (tranne per le zuppe ovviamente). Che la forma sia quadrata o ovale dipende anche dagli altri elementi presenti in tavola. Per presentare al meglio la pietanza, il piatto va pulito nel bordi prima di essere servito agli ospiti, nel caso in cui si dovesse sporcare.Le decorazioni sono altrettanto importanti: se un piatto risulta monocromatico o noioso, perché non arricchirlo con un po’ di basilico fresco, dell’erba cipollina disposta a ventaglio oppure una spolverata di noci? Il contrasto dei colori serve infatti per far risaltare quanto presente nel piatto, che sia pasta o riso.