Presentare i contorni

107
1830 0 Presentare_i_contorni

A tavola saper presentare i contorni è molto importante. Una buona disposizione quindi una scelta accurata del contorno può influire molto sul gusto del secondo piatto. La funzione dei contorni può essere quella di rinfrescare il palato, come nel caso dell’insalata servita col pesce, oppure al contrario quella di stuzzicarlo con sapori intesi e in contrasto con il secondo piatto, come le zucchine alla paprika. Ogni alimento può essere un contorno, la differenza la fa appunto la sua presentazione.Uno dei criteri per abbinare il giusto contorno è il contrasto: un sapore tenue come il pesce al cartoccio potrebbe essere accompagnato da un contorno piccante come i pomodori ripieni di pepe e senape. O al contrario, un secondo dal gusto deciso come le salsicce piccanti può essere accompagnato da un contorno fresco e dolce, come i carciofi.Tra i contorni universalmente riconosciuti come tali ci sono patate e funghi: a seconda di come vengono cucinati possono addirittura superare la portata principale e diventare i veri protagonisti in tavola. Oppure le verdure in generale possono accompagnare svariati piatti: quelle dolci e delicate come la zucca vanno però accostate a sapori forti come la carne.Per quanto riguarda invece piatti di pesce, solitamente si abbinano piatti di mare, come l’insalata di granchio o l’insalata di mare, questo perché il sapore deve sempre ricordare che stiamo mangiando del pesce (in tal caso i contrasti non giocano a favore del gusto).I contorni variano anche in base alle stagioni: per il periodo primaverile ed estivo andranno bene verdure come carote, melanzane, pomodori, fagioli e asparagi, mentre per il periodo invernale è meglio cucinare verze, cavoli, lenticchie e cavolini di Bruxelles. Sfruttando le colture stagionali i contorni presentano un’alta quota vitaminica.