Piombo e stagno

129
1025 0 Piombo

Il piombo e lo stagno sono metalli spesso impiegati nel modellismo, specie nel campo dei figurini. Del resto i classici soldatini sono realizzati in piombo (ma anche le batterie dei modellini delle automobili). Lo stagno invece è molto usato per saldare altri metalli.Il piombo è un metallo a bassa durezza e basso punto di fusione, ma è tenero (si piega con facilità), denso, duttile (si lascia ridurre in fili sottili), malleabile (si deforma senza che le proprietà meccaniche del materiale ne risentano) ed è un cattivo conduttore di elettricità e calore. Oltre che per le batterie, il piombo viene usato come rivestimento di cavi elettrici, tubi, serbatoi e negli apparecchi per i raggi X, ma anche come sostanza schermante per i materiali radioattivi. Il piombo è tossico per inalazione e ingestione anche se  i soggetti a rischio sono i lavoratori dell’industria e dell’artigianato (e non certo i modellisti che hanno a che fare con pezzi di ricambio o batterie d’auto). Il piombo ha diversi composti tra cui: monossido di piombo (il materiale dellepiastre per accumulatori, usato anche nell’industria della ceramica e in quelle del vetro e della gomma), ossido salino (si usa nella fabbricazione dei cristalli, per preparare smalti e vernici a olio) e biossido di piombo (usati per lapreparazione di elettrodi), tetracetato di piombo (usato come ossidante).Lo stagno è malleabile, non si ossida facilmente all’aperto e resiste alla corrosione, viene usato principalmente per rivestire e proteggere acciaio, rame e altri metalli e per la preparazione di leghe. È usato nella stagnatura, ovvero l’operazione che precede la saldatura, usata principalmente per rame e ottone, ma va bene anche per il ferro (si usa in questo caso un filo di stagno). Una delle leghe più importanti dello stagno è il bronzo, nelle sue varie formulazioni. Dal momento che è molto tenero non viene quasi mai utilizzato puro ma spesso in lega con altri metalli.