Mini giardino giapponese

34
700 0 026_Mini giardino giapponese_ok

Per chi ha avuto la fortuna di visitare il Giappone, il ricordo dei giardini giapponesi è sicuramente impresso nella memoria come una delle più belle immagini del paese. Soltanto osservare un giardino in stile giapponese riempie la mente di serenità e la bellezza dona calma e fa sentire letteralmente bene.Possiamo ricreare un angolo di quella pace nei nostri appartamenti, con un piccolo lavoro che arrederà una delle vostre stanze e che sicuramente non passerà inosservato quando avrete ospiti. Vi propongo un giardino giapponese in miniatura che vi darà sicuramente grandi soddisfazioni. Prima di tutto dovrete costruire una cassetta di legno, di forma quadrata o rettangolare, in base al vostro gusto. A seconda della grandezza, i bordi saranno di 10 o 20 centimetri. Per la grandezza, non strafate! Progettate la cassetta tenendo conto della spazio che avete a disposizione. Vi occorrerà quindi un pannello per la base e quattro tavole per i bordi. Potete chiedere a un falegname o a un centro per il “fai da te” di tagliarveli su misura. Unite le varie parti con delle viti, ma passandoci prima un po’ di colla. Nella parte inferiore della base, potete anche fissare quattro piccole rotelle per poter spostare con facilità il vostro giardino. Foderate l’interno della cassetta con dei fogli impermeabili. Anche per questo, potrete chiedere consiglio nei centri di “fai da te”. Fissateli ai bordi con una pistola “sparapunti” e ricoprite i quattro angoli della base interna con dei listelli di legno.Coprite il fondo della cassetta con uno strato di argilla espansa e copritelo con un foglio di juta. Questo permetterà di eliminare i ristagni d’acqua che potrebbero creare danni alle radici delle piante. Riempite la cassetta con la terra e piantate le piantine (ad esempio un piccolo bambù, un paio di piantine bonsai e altre piante che vi ricordino l’Oriente). Le piante non devono essere troppo vicine. Concedetegli spazio. Ricoprite ancora con uno strato di piccole pietre o ghiaia e ponendo in alcuni punti delle pietre più grosse. Non eccedete con l’acqua e nebulizzate le piante saltuariamente.