Illuminazione del giardino

107
772 0 015 Illuminazione del giardino_ok

Illuminare un giardino significa poterlo utilizzare anche nelle ore serali e notturne e renderlo più affascinante e suggestivo. Anche la sicurezza ne trae beneficio. Per poter avere i migliori risultati è necessario progettarlocon attenzione in base alle varie aree e all’utilizzo che se ne vuole fare. Prima di tutto si deve pensare alla sicurezza illuminando i vialetti e i gradini.Si possono utilizzare luci da incastonare nel terreno e nei gradini, oppure dei lampioncini. E ancora si può scegliere tra le luci fisse o quelle attivabili con sensori, che si accenderanno al passaggio delle persone. L’illuminazione deve essere soft e discreta, evitando di ricreare la luce diurna, poiché il risultato rovinerebbe irrimediabilmente l’atmosfera.E’ buona regola individuare le parti più interessanti del giardino, sia architettoniche che vegetali ed utilizzare le luci per metterle in risalto. Potete ad esempio illuminare sapientemente un arco della casa, un pozzo, un laghetto. Oppure una pianta con un forma particolare. Per le parti architettoniche valutate dei faretti la cui luce va dal basso verso l’alto, ma fate sempre attenzione che la luce non arrivi direttamente negli occhi di chi si trova in giardino o di chi si affacci da una finestra o da una porta.Per i laghetti, esistono in commercio delle lampade galleggianti o subacquee. L’effetto scenografico sarà assicurato. Le piante ed i cespugli vanno illuminati preferibilmente dal basso o da dietro, per creare un’atmosfera ancora più magica. Pensate infine alla zona dedicata al soggiorno delle persone, dove è meglio utilizzare luci laterali. Queste possono essere scelte tra applique a muro o lampioni, creando una zona più illuminata ma intima, dove voi e i vostri ospiti potrete rilassarvi. Anche la zona dei tavoli e del barbecue richiede le sue luci particolari. In questo caso, sono sicuramente più adatte delle luci provenienti dall’alto e localizzate.