Gazpacho

89
129 0 gazpacho_ok

Tipico della Penisola Iberica, il gazpacho è un alimento perfetto da gustare durante un aperitivo lungo, di quelli che sostituiscono anche la cena. Può però anche diventare piatto unico se preparato come la ricetta che verrà illustrata di seguito. Iniziamo con la ricetta del gazpacho andaluso, adatto per essere assaporato insieme a del pane tostato o per insaporire delle verdure fresche tagliate a dadini. Per quattro persone spezzettate 150 g di pane, cospargetelo con dell’olio di oliva, unite 4 spicchi di aglio schiacciati ed un pizzico di cumino. Frullate 800 g di pomodori precedentemente sbollentati, pelati e privati dei semi e della loro acqua di vegetazione: tenetene da parte mezzo da tagliare a dadini. Fate la stessa cosa con un cetriolo ed un peperone verde. Per un gazpacho ottimo frullate tutto insieme molto bene aggiungendo anche il pane ammollato e dell’acqua se l’impasto dovesse risultare troppo denso. Aggiungete anche 2 cucchiai di aceto, salate e ponete in frigo per un’ora e mezza. Servitelo con la dadolata di pomodoro, cetriolo e peperone sparsa su. Per un piatto unico potete provare il gazpacho di cernia. Per sei persone rosolate 2 cipolle con 2 spicchi d’aglio ed aggiungete 6 pomodori privati dei semi e della buccia. Mettete questa salsa in una pentola con 2 l di acqua e 2 foglie di alloro. Fate bollire ed unite una testa di cernia: dopo una ventina di minuti setacciate questo brodo e riducete in polpa la testa. A parte rosolate 4 tranci di cernia tagliati a pezzi con la polpa suddetta e 100 g di mandorle: a questo punto unite il brodo, un pizzico di peperoncino e 2 fette di pane spezzettato. Fate cuocere per altri cinque minuti aggiungendo il sale: questo gazpacho deve essere una zuppa abbastanza densa ma non troppo: regolatevi nel caso aggiungendo dell’acqua calda al brodo.