Furti di dati, app spia e attacchi hacker: ecco il decalogo per difendere i nostri smartphone

22
privacy smartphone

Smartphone spiati, chat violate, informazioni personali rubate. Tutelare la propria privacy e la propria sicurezza è diventato sempre più difficile a causa della nostra tendenza, ad essere costantemente iperconnessi a innumerevoli dispositivi elettronici. Ecco, allora, un decalogo per difendere smartphone e tablet da eventuali attacchi hacker.

1) Evitare di rispondere a chiamate e messaggi vocali anonimi perché potrebbero essere un tentativo di installazione di un qualche programma spia. Una volta installato su gli spyware tendono a scansionare e ‘rubare’ tutte le informazioni contenute nei nostri dispositivi

2) Eseguire gli aggiornamenti per la sicurezza. Molte app di messaggistica come ad esempio WhatsApp, Messanger, ecc rilasciano periodicamente aggiornamenti gratuiti dei software di protezione. Basta recarsi nello store e scaricare gli aggiornamenti.

3) Proteggere i dispositivi con un pin o un codice di sblocco così da evitare indebiti utilizzi in caso di smarrimento.

4) Installare un antivirus sullo smartphone ed eseguire una scansione periodica del dispositivo così da individuare eventuali attacchi.

5) Non autorizzare l’accesso ai dati dei contatti, delle foto e dei video a meno che non si tratti di app sicure e garantite. Senza accorgercene, infatti, potrebbe ‘aprire le porte’ dei nostri Smartphone a delle “app spia”.

6) Non rispondere ad email a rischio phishing

7) Cambiare periodicamente (almeno ogni sei mesi) le password d’accesso alle app di messaggistica ai profili social. Le password più sicure dovrebbero avere 8/10 caratteri alfanumerici misti. Non utilizzare la stessa password per tutti i profili, le app, ecc.

8) Sfruttare tutte le risorse a disposizione (app, tecnologia, ecc) per limitare i livelli di vulnerabilità dei nostri dispositivi.

9) Impostare i parametri di privacy sui vari profili social per evitare che eventuali malintenzionati possano avere libero accesso alle nostre foto, ai nostri video e alle nostre informazioni personali.

10) Valutare con attenzione le richieste di contatto o di amicizia da parte di sconosciuti.

Dieci semplici regole che, se seguite, possono tenere i nostri dispositivi e noi stessi al sicuro da malintenzionati hacker informatici.