Colori a olio

281
987 0 colori a olio

Tra le tante alternative che i prodotti per dipingere forniscono, ci sono i colori a olio. Nel modellismo, i colori a olio vengono usati per i lavaggi, una tecnica modellistica che dà un effetto realistico al modello. Sono spesso usati per realizzare lo sporco e l’usura che si presenta sui veicoli e anche per questo motivo non è necessario acquistare un colore di qualità eccellente, ma è sufficiente affidarsi a marche note come Ferrario, Lefranc, Maimeri, Winsor&Newton e molti altri. Bisogna dire che ormai non esistono qualità totalmente scarse di colori a olio, si parte da un livello buono per arrivare poi ad un livello di qualità eccezionale, ma nei lavaggi non è fondamentale spendere molti soldi per questo di tipo di colorazione. Il lavaggi si fanno con l’acquaragia (di cui è disponibile quella tradizionale e quella inodore) e il colore ad olio scelto: per questo motivo si consiglia di stendere una passata di trasparente lucido per proteggere la vernice sottostante l’effetto sporco da un solvente aggressivo come l’acquaragia. Si comincia appoggiando una piccola quantità di colore ad olio su una superficie che sia resistente al diluente sintetico come l’alluminio (per cui non la plastica leggera dei piatti e simili). Si versa quindi il diluente a poco a poco con il colore ad olio fino a raggiungere una densità non troppo liquida. L’effetto sul modellino rende meglio se si utilizza un pennello fine di ottima qualità (come quelli in tortora). Una volta asciugato il lavaggio, si consiglia di passare un’altra mano di trasparente lucido per proteggere il lavoro.I colori ad olio essiccano per polimerizzazione, dato che l’olio usato come legante cattura ossigeno, ovvero polimerizza, formando uno strato resistente e non solubile una volta stabilizzatosi. Per ottenere un effetto più uniforme (con i colori ad olio alcune zone potrebbero risultare in uno stato di polimerizzazione più avanzata rispetto ad altre, quindi scure di altre), il metodo più indicato è quello di usare un pennello rigido di setola imbevuto in trementina/acquaragia, possibilmente a pelo corto.