Collezionare le perle

146
1826 0 Collezionare_le_perle

Le perle sono un elemento molto ricercato nelle gioiellerie di tutto il mondo, risultato di un processo naturale di difesa delle ostriche. Possono anche essere coltivate e si dividono in perle di acque marine e perle di acqua dolce. Differenti tipi di perle determinano differenti tipi di classificazione, a seconda della loro superficie, più o meno priva di macchie o difetti, vanno dalla categoria A (alta qualità), B, C fino alla D (bassa qualità).Per quanto riguarda la provenienza delle perle, le akoya sono le perle coltivate giapponesi, le più lucenti fra tutte le perle del mondo; le perle dei mari del Sud (Australia, Myanmar e Indonesia) invece sono molto ricercate per le loro dimensioni superiori rispetto alla media; infine le perle dei mari del Sud della Polinesia francese sono particolarmente pregiate per i colori particolari e unici.Sono tante le caratteristiche da considerare nel definire il valore di una perla:- lucentezza: il livello di brillantezza determina un aspetto vellutato e riflessi morbidi;- perlagione: lo spessore del rivestimento della perla determina la durata della stessa, quindi il valore;- forma: esistono tre tipologie, la sferica (la più rara quindi più preziosa), la simmetrica (detta perla a goccia) e la barocca (a forma irregolare);- misura: le perle partono dai 4,5 mm di diametro fino ai 9 mm e con i millimetri sale anche il prezzo;- colore: le perle non sono solo bianche, ci sono anche varianti giapponesi dal tono rosato o dai riflessi verdi. Le perle Akoya, il tipo di perle tradizionale più utilizzato nelle collane, si presentano di colore bianco, argento o color crema, mentre le perle di Tahiti e le perle d’Australia vanno dal bianco luminoso a toni più scuri.Ci sono anche le cosiddette perle rare, di cui sono disponibili pochi esemplari al mondo, con texuture e colori unici e di inestimabile valore, come le perle rosa delle Indie Occidentali che sono solo naturali e ne viene prodotta una ogni 50.000 conchiglie.