Collezionare bustine di zucchero

131
1825 0 Collezionare_bustine_di_zucchero

Un tipo di hobby, nato nei primi del Novecento e tornato in voga negli ultimi anni, è quello di collezionare bustine di zucchero. Uno dei motivi del successo e della diffusione di questo tipo di collezionismo è la grande varietà ma anche unicità delle bustine, oltre alla infinita disponibilità dovuta alla loro presenza in bar e ristoranti ma anche aerei e hotel. Con la loro diffusione nei primi anni del secolo scorso si è sviluppata questa passione particolare che dà la possibilità a tutti di creare la propria collezione personale e singolare.Una grande spinta a collezionare questo tipo di gadget è stata date da alcune case produttrici che nel tempo hanno deciso di realizzare serie monotematiche di bustine, delle serie speciali che potevano trovarsi in commercio solo in determinati periodi. Inoltre non esiste una sola forma di bustina: negli Stati Uniti le bustine dello zucchero sono molto più piccole mentre in molti paesi del mondo si possono trovare di forma rotonda o addirittura a cuore. Senza contare il tipo di zucchero che possono contenere: oltre a quello semolato, ci sono lo zucchero di canna e i dolcificanti, che aumentano esponenzialmente le possibilità di creare collezioni enormi in termini di numero e varietà.Per quanto riguarda le modalità di conservazione delle bustine non ci sono limiti particolari, perché il loro materiale non va incontro a deterioramenti significativi, se non per contatto con acqua o in ambienti a temperature elevate che potrebbero sciogliere lo zucchero. Scatole di latta, contenitori per biscotti o addirittura raccoglitori con fogli in plastica: anche in questo senso le possibilità sono tante. Tuttavia molti collezionisti consigliano di svuotare la bustina per evitare che lo zucchero la deteriori, in particolare quelle contenenti glucosio o canna da zucchero (senza contare che così diminuisce il peso quindi il loro ingombro).