Casa di bambole della regina Maria

413
891 0 Casa di bambole della regina Maria_2

Costruita nel 1924, la casa di bambole destinata alla Regina Maria, moglie di Giorgio V, è una delle più famose della storia per la bellezza dei suoi arredi e le straordinarie miniature di accessori che funzionano davvero. Un gioiello davvero degno di una regina, con un’attenzione al dettaglio che ancora oggi lascia senza fiato.L’idea della casa di bambole fu della principessa Maria Luisa, cugina della regina, che arruolò i migliori artisti della sua epoca per questo capolavoro, che addirittura ha tubature dell’acqua funzionanti. Allo stesso tempo la casa di bambole della regina Maria rimane una straordinaria testimonianza della vita reale agli inizi del ventesimo secolo.In scala 1:12, è alta più di tre metri e il suo mobilio e i suoi arredi sono copie e repliche perfette di famosi modelli del periodo. Molti sono copie fedeli fino all’ultimo dettaglio degli oggetti del Castello di Windsor, realizzate dagli stessi artigiani.Anche le luci funzionano, i gabinetti nei bagni sono dotati di sciacquone e perfino carta igienica in miniatura.Non solo: la biblioteca della casa contiene microscopiche opere scritte appositamente da grandi autori dell’epoca e rilegate in scala microscopica: fra loro Arthur Conan Doyle, J.M. Barrie, Thomas Hardy, Rudyard Kipling e Somerset Maugham.Le bottiglie di vino e di liquori nelle credenze e nella cantina sono pieni dei liquidi appropriati, e i tappeti sono tutti fatti a mano. Sorprendentemente, le foto dell’interno non permettono di capire che si tratta di una miniatura.Esiste perfino un giardino nascosto che diventa visibile solo tirando a sé un grande cassetto sotto la struttura, anch’esso completo di aiuole e accessori.Oggi la casa di bambole della regina Maria è in esposizione al castello di Windsor ed è uno dei pezzi più apprezzati dai turisti, fra cui molti appassionati di miniature e modellini.