Tasso

127
83 0 Tasso

Il Tasso, non quella creatura dal musetto dolce, ma di una specie verde, importantissima per la natura. Il Tasso è appartenente alla famiglia delle conifere, nello specifico la famiglia delle Taxaceae. Esistono molteplici varietà di conifere, il Tasso è una delle specie più duttile che si presta in natura in modo davvero magistrale. Ogni spettacolo della natura ha in sé particolarità e unicità che li contraddistinguono nel magico mondo naturale. La conifera di cui stiamo parlando, il Tasso, ha la particolarità di essere dioica. Per dioica si intende dire una pianta che può generare solamente fiori maschili, o al contrario, solo fiori femminili. Il Tasso produce dei frutti simili a coppette, di colore rosso intenso, molto particolari e belli da vedere. Le foglie del Tasso invece si presentano nervate e piccoline, molto curiose, grandi circa tre centimetri. Il colore è la parte più meravigliosa da osservare, un verde molto scuro, intensissimo. Ma ora passiamo a descrivere le esigenze del Tasso, qualora volessimo coltivarlo. Il Tasso, generalmente, non ama particolarmente la presenza della luce diretta, optiamo dunque per una lieve illuminazione. Per quanto riguarda il terreno, dirigiamo l’attenzione verso una direzione più sicura, scegliendo un terreno fertile, molto drenato, ma al tempo stesso poroso e molto calcareo. In caso di rami spezzati, procediamo nell’eliminazione degli ultimi per ridurre la possibilità di trasferimento di eventuali batteri. Il Tasso ama le temperature moderate, ma riesce a resistere anche a temperature decisamente più basse. Per l’irrigazione, scegliamo di innaffiare facendo particolare attenzione ai ristagni di acqua. La presenza di acqua nel sottovaso può, a lungo andare, favorire l’insorgenza di marciume e deperimento della specie verde in questione. Un Tasso da curare, per un Tasso da gustare, in tutte le stagioni dell’anno.