Stampa

293
260 0 Stampa

La stampa fotografica è un procedimento di trasferimento dell’immagine da un supporto ad un altro. Quando si parla di stampa analogica ci si riferisce alla classica metodologia che prevede l’applicazione dell’emulsione fotografica sul supporto di carta scelto. Questo avviene attraverso cinque fasi principali, ovvero:  l’esposizione dell’immagine sulla carta, lo sviluppo, il fissaggio, il lavaggio e poi l’asciugatura della stampa finale.   Ovviamente sono importanti anche le tecniche di misurazione del colore, che consentono di riportare in maniera esatta e fedele tutte le quantità necessarie di colori primari utilizzati (ovvero ciano, magenta e giallo).   Oggi si ricorre in maniera sempre più estensiva alla stampa digitale, che però non modifica l’output del processo, ma solo l’input, che non è più rappresentato da un rullino da sviluppare ma da una scheda di memoria che contiene i file di immagine che si desidera stampare.   Oggi quindi il processo chimico della stampa è ancora lo stesso utilizzato da diversi decenni, anche se le automazione e la presenza di strumenti digitali sempre più veloci e precisi stanno riducendo di molto la necessità di lunghi tempi di attesa per lo sviluppo delle proprie fotografie.   Avere un ricordo su un supporto di carta (la stampa) ha ancora oggi un valore nettamente superiore a quello di averlo su un supporto magnetico, almeno finché questo non diventerà veramente esteso a tutti gli ambiti della nostra vita.