Porro

176
81 0 Porro

Il Porro è una piantina da orto tipica della nostra tradizione di agricoltori esperti e buongustai. Il Porro si presenta delicato ma, al tempo stesso, intenso e corposo nelle nostre tavole italiane. Per coltivare questa deliziosa piantina da orto, dobbiamo seguire delle semplicissime regole. Una buona idratazione della pianta è utile e vantaggioso per avere poi nella stagione calda una creatura verde molto rigogliosa e dalle foglioline di un verde sgargiante. Evitare però una distribuzione troppo eccessiva di liquidi ed eventuali additivi naturali e, soprattutto, controllare gli eventuali sovraccarichi idrici è importante. Fare molta attenzione al sottovaso, dunque. Con questa piccola accortezza avremo una garanzia maggiore e potremo godere presto di uno spettacolo di colori e profumi meraviglioso. Il caro amico Porro è ormai coltivato in tutto il territorio italiano. Si utilizza principalmente il fusto, il quale è costituito da piccole guaine di aspetto fogliare. Quest’ultime sono disposte in modo così fitto e sovrapposto da creare un fusto omogeneo ed equilibrato. Il Porro è utilizzato in grande scala per uso contadino, con fine alimentare. Come condimento per le insalate prelibate il Porro risulta un ottimo additivo che contribuisce a rendere davvero particolarissima un’insalata. Cotto perde un po’ il suo classico tenore tipico che lo contraddistingue, ma risulta ottimo come ingrediente aggiuntivo per arricchire i piatti di stagione. Il Porro ama i climi temperati e mediterranei, ma è resistente anche nei climi più rigidi. Importante fattore è dato dal substrato: torba, ghiaia e perlite, o sabbia. Per la concimazione è consigliabile utilizzare pochissime quantità oppure optare per del letame, naturalmente ricco di proprietà benefiche. Al momento della semina andremo ad interrare in inverno i semi ad un centimetro di profondità. Attendiamo fino alla primavera per vedere i primi germogli. Nei mesi freddi proteggiamo i semi interrati con piccole serre di plastica bucherellate per favorire l’entrata minima di aria e luce. Il Porro è naturalmente predisposto all’attacco delle crittogame. Si procede in caso, con dei prodotti antifungini o con la prevenzione, facendo rigorosamente attenzione ai ristagni idrici. Altri parassiti che colpiscono il Porro sono gli insetti: procedere con antiparassitari non troppo aggressivi è un rimedio. Nel caso più importante di attacco da anguillula bisogna procedere con il bruciare la pianta, per evitare il diffondersi su tutte le piante. Il consumo del Porro crudo resta ad ogni modo il modo più delizioso e saporito di consumare e gradire questa piantina davvero unica. Ogni specie verde di questa terra ha in sè caratteristiche indiscutibilmente uniche e rare che ci permette di creare ogni volta nuove sinfonie di gusto e colore. Ciò che non tutti sanno è che il tanto delizioso Porro è una pianta stagionale: è quindi probabile che, anche se trovato nei nostri mercati tutto l’anno, la varietà di Porro non sarà sempre di origine italiana in quanto deve sempre godere di una buona quantità di sole per crescere al meglio e mantenere un altissimo tasto di proprietà benefiche e olfattive inconfondibili. Divertitevi a creare sempre nuove prelibatezze con il Porro!