XIV Festa del Vino Primitivo e del Cece Nero

60
1607 0 ccenero_vinoprimitivo

Si è tenuta sabato 22 novembre 2014 la XIV edizione della Festa del vino primitivo e del cece nero, organizzata ad Acquaviva delle Fonti, in provincia di Bari. L’evento si è snodato attraverso le vie del borgo antico, precisamente lungo via Abrusci per poi sfociare in Piazza San Paolo e Piazza Don Albertario, lungo l’arteria principale del centro antico, che con le sue luci e colori ha creato un’atmosfera magica e suggestiva, alle porte del Natale.Il cece nero è una varietà molto resistente alle avversità, che non teme il freddo e la siccità. Viene seminato a fine ottobre e raccolto a luglio. I ceci neri sono vellutati al palato e sono adatti per preparare zuppe e passati. Questa caratteristica varietà di cece è originaria di Cassano delle Murge, in provincia di Bari e la coltivazione avviene nei campi di Cassano, Acquaviva e Santeramo. Il Primitivo è invece un vitigno rosso italiano, molto diffuso nella terra di Bari, soprattutto a Gioia del Colle, località nella quale ha avuto origin; ma la sua diffusione si estende anche presso diversi altri paesi della Murgia barese. Il vino primitivo si accompagna perfettamente con piatti di carne, soprattutto se cotta alla brace, ma si adatta perfettamente anche a prodotti della terra, come ad esempio la cipolla rossa di Acquaviva.Il percorso fieristico, come ogni anno, è stato arricchito dalla presenza di numerosi stand gastronomici che hanno proposto ai visitatori antiche ricette preparate con il gustoso cece nero e accompagnate dal prelibato vino primitivo delle cantine locali. Inoltre per l’edizione di quest’anno sono stati messi a disposizione biglietti cumulativi per offrire ai visitatori la possibilità di risparmiare sulle degustazioni, senza perdere  così la qualità del prodotto.L’evento, che è stato organizzato dalla Pro Loco in collaborazione con l’ArcheoClub Sante Zirioni, è stato l’occasione per numerosi visitatori di ammirare le bellezze del centro storico e, in modo particolare, tre delle numerose chiese sparse per il territorio cittadino. Le visite, a titolo gratuito, sono state effettuate dai volontari dell’ArcheoClub presso le chiese di San Rocco, San Benedetto e dell’Addolorata: una vera e propria spinta culturale che ben si è coniugata con l’enogastronomia locale.Per tutte le informazioni riguardo la Festa del Vino Primitivo e del Cece Nero, è possibile consultare il sito www.prolocoacquaviva.it