Susanna Egri

47
1393 0 susanna_egri_ok

Nella cultura della danza moderna, Susanna Egri occupa un posto di primissimo piano: si tratta di una delle personalità più interessanti del balletto italiano ed è stata la prima a portare il balletto in televisione fin dai suoi esordi negli anni Cinquanta. La coreografa ha fatto di Torino uno dei centri più importanti della danza fondando una scuola, la Fondazione Centro di Studio della Danza, con il sostegno della madre Jolanda e della sorella Marta, in una località dove, già nel periodo tra le due guerre mondiali, il capoluogo piemontese era un osservatorio privilegiato per la nascita e lo sviluppo della danza moderna e contemporanea italiana. Nel 1999 ha creato la nuova Compagnia EgriBiancoDanza, associando alla direzione il coreografo residente Raphael Bianco, mentre da tempo ha fondato l’istituzione Università della Danza, per la formazione di coreografi, sempre a Torino.Con la nascita e la diffusione della televisione in Italia, insieme a colleghi importanti come Umberto Eco e Gianni Vattimo, Susanna Egri sperimentò le potenzialità del nuovo mezzo di comunicazione, diventando coreografa molto apprezzata per la versatilità di temi e stili messi in pratica. Si scopre però anche grande talent scout di futuri ballerini, come Alberto Testa, critico, coreografo, organizzatore di spettacoli per il Festival di Spoleto e titolare della cattedra di storia della danza all’Accademia Nazionale e Luigi Bonino, étoile internazionale.Tra i riconoscimenti che la Signora della Danza ha ricevuto figurano il Premio Positano nel 1976 come “messaggera della danza italiana nel mondo” e il Viotti D’Oro per l’attività di “eccelsa danzatrice, coreografa e insegnante”, il Riconoscimento alla carriera (1998) e il Premio Positano (1999) per il record di rappresentazioni della sua Aida all’Arena di Verona. Nel 1996 ha pubblicato anche un libro: “Mezzo secolo di danza”, i cui proventi sono stati donati al fondo da lei costituito per l’avvio alla carriera di giovani coreografi.