Pentax k7

110
1355 0 Pentax k7

Tra le reflex semi-professionali, una delle più ricercate su Google è la Pentax k7, una macchina fotografica che si colloca nella fascia media dell’offerta insieme a Canon 50D, Nikon D300 e Olympus E-30. Anche se ormai è fuori produzione, è ancora una macchina valida per chi si avvicina alle reflex. Si tratta infatti di una fotocamera molto resistente, con il telaio realizzato in acciao inossidabile, mentre il rivestimento è in robusta ma leggera lega magnesio-acciaio. Le sue 77 speciali guarnizioni applicate al corpo garantiscono la protezione da polvere, elementi atmosferici e resistenza a temperature fino ai -10°C.Rispetto al modello precedente, la K20D, la novità principale è la presenza della registrazione video HD (1280x720p) a 30 fps con compressione M-JPEG. Questa reflex ha un sensore APS-C (1.5x) da 14,6 megapixel effettivi e un livello di rumore sensibilmente più contenuto rispetto a quello della K20D. L’otturatore è stato testato per 100.000 scatti e arriva fino a 1/8000 di secondo e insieme al movimento dello specchio è stato ammortizzato, così lo scatto risulta particolarmente silenzioso e discreto. Il mirino ottico mostra circa il 100% del campo inquadrato con un ingrandimento di circa il 92%, per agevolare la messa a fuoco e l’inquadratura accurata.Ha un display diagonale di tipo wide view di 3 pollici e risoluzione di 921.000 punti: l’elevato angolo di visione consente di osservare l’immagine entro circa 170 gradi in verticale e in orizzontale, agevolando le riprese dal basso o sopra le teste con la funzione “Live View” (la scena viene vista in tempo reale sullo schermo). La Pentax k7 ha anche uno slot per schede SD/SDHC, una presa per il microfono esterno oltre all’audio stereo e un’uscita HDMI che permette di connettere la macchina direttamente ad un televisore ad alta definizione. La macchina possiede una batteria D-LI90, ricaricabile agli ioni di litio: l’autonomia dichiarata dalla casa è di circa 740 scatti per carica.