Pennelli per il modellismo

121
979 0 I pennelli da modellismo def

Modellismo vuol dire ingegno e precisione. Una mano ferma determina un maggiore qualità del lavoro, sia in fase di assemblaggio che in fase di pittura. Per dipingere dei modellini, siano essi di plastica o di legno, occorrono svariati pennelli: non si può pensare di utilizzare la stessa tipologia per parti diverse, considerato che modellini, anche di medie dimensioni, contengono parti molto sottili e piccole.A tale scopo, esistono sul mercato tanti tipi di pennelli, di materiali e dimensioni diversi. La prima cosa cui prestare attenzione è la qualità, determinata non dall’estetica, bensì dal pelo: alta qualità significa essere in grado di pitturare più volte con un pennello senza perdere le setole in fase di verniciatura. Per quanto riguarda il materiale invece i pennelli sintetici sono quelli più scarsi, dato che possono lasciare delle righe quando stendiamo il colore ma possono comunque avere un’utilità, ad esempio per pulire parti del modellino (intinte nell’acqua non causeranno danni), o per miscelare i colori. Al contrario, pennelli con pelo naturale sono più morbidi e quindi i più consigliabili. Ce ne sono di vario tipo: tasso, bue o suino, fino allo zibellino e alla martora.Le misure variano molto: possiamo trovare quelli molti sottili (da 00 a 2), quelli di medie dimensioni (5 o 6) e quelli più spessi (9 o 10). Soprattutto per l’ultima tipologia, i più grandi, bisogna stare attenti alla qualità (perché potrebbero perdere peli) e inevitabilmente i migliori sono anche i più costosi. Prima di usare qualsiasi pennello, bisogna procedere con la loro pulizia: basteranno acqua e sapone. Un volta asciugati (anche con una semplice carta assorbente da cucina) vanno intinti nel colore scelto e testati su un pezzo di plastica che funge da test. Chiaramente questa procedura va seguita per i pennelli di dimensioni più considerevoli rispetto a quelli da 00 o da 1 che, se perderanno peli anche in fase di test, oltre a non servire a nulla, si saranno rilevati una pessima spesa!Infine, come conservarli? Si sa che una volta intinti di pittura, il colore tende a seccarsi: per questo è fondamentale intingerli poco nel colore, solo nella punta, per procedere poi con un’attenta pulizia (con acqua fredda), in modo da poterli conservare al meglio per il prossimo utilizzo (meglio se con la punta rivolta verso l’alto, una tazza andrà benissimo).