Make up

108
443 0 Make up

Niente più minimalismo: il make up è tornato al colore. Le tendenze per questo autunno-inverno sembrano fare un salto indietro nel passato per pescare ispirazioni dagli anni Ottanta. Corsi e ricorsi storici anche per la moda, che conquista un altro giro di boa attualizzando l´estetica eclettica di trent´anni fa. La base del make up di questa stagione? Mai come adesso una pelle diafana. Bandito dalle passerelle il viso abbronzato, la donna di tendenza ha una carnagione quasi eterea. Fondamentale una base trucco idratante ed un fondotinta che copra ogni imperfezione. In netto contrasto con questo incarnato lunare, le labbra, vere protagoniste del trucco invernale. Intramontabile il rosso acceso che lascia spazio anche a tinte più innovative come l´arancio ed il viola fino al marrone e al vinaccia. Un effetto coprente che non desidera la matita per il contorno labbra, abolita dal make up attuale. Per bilanciare queste labbra fiammanti, gli occhi rimangono più neutri, con un make up raffinato e luminoso che focalizza lo sguardo solo su una parte del viso. Fondamentale in questo caso un uso sapiente del mascare che incornici lo sguardo. Se invece preferite osare con i colori allora provate il color blocking, letteralmente blocchi di colore: abbinate sulle palpebre due colori pieni facendo attenzione agli accostamenti.  Alle labbra stavolta nude look associate allora un make up dalle tinte fluo: di gran moda il blu da abbinare al viola o al verde. Osate le tonalità più metallizzate e neon facendovi ispirare dalle donne rampanti dei fantastici anni Ottanta: provate ad esempio con il fucsia o l´oro, altri due colori molto trendy. Per un tocco ancora più geometrico fatevi aiutare dall´eyeliner.  Il make up autunno-inverno di questa stagione punta anche sul classico smokey eyes riletto però in chiave più attuale. Oltre ai neri e ai grigi provatelo in blu o in verde per un effetto che non passa inosservato. Grande attenzione per le ciglia che dovranno essere lunghe e voluminose, quasi finte, per rendere ancora più ammaliante lo sguardo. Le sopracciglia non sono invece più sottili: al bando le classiche ali di gabbiano per passare a volumi più pieni ma sempre perfettamente curati.