Lo zippo

86
1801 0 lo_zippo

Fra gli accendini, pochi sono famosi come lo Zippo, disponibile in una grande varietà di versioni e apprezzato per la sua affidabilità, il suo design e la sua solidità. Lo Zippo prende il suo nome dai produttori, l’azienda Zippo Manufacturing Company, che nel 1932, quando venne creata, volle omaggiare un altro prodotto che si stava affermando proprio in quegli anni: la cerniera lampo, anche nota come zipper. La linea degli Zippo non ha subito variazioni di rilievo dall’anno della fondazione, ma è possibile conoscere l’anno (e, per gli esemplari prodotti dopo il 1987, anche il mese) di produzione grazie a un codice inciso sulla base del pezzo. Lo Zippo nacque per l’intuizione di George G. Blaisdell, al Country Club di Bradford, quando dopo aver visto un accendino austriaco capace di accendersi in tutte le condizioni di vento ne replicò il design. Il primo accendino veniva venduto al prezzo di 1,95 dollari, e ancora oggi il prototipo è esposto al Zippo Case Museum di Bradford. Si afferma anche la particolare garanzia proposta dalla Zippo: se l’accendino non funziona, viene riparato gratis. Durante la seconda guerra mondiale lo Zippo divenne un vero simbolo dell’America e degli Stati Uniti, con milioni di militari che lo portarono sui campi di battaglia e in tutto il mondo.Addirittura dopo la guerra venne creata la “Zippo mobile” a scopi promozionali, e ancora oggi una sua replica partecipa a diversi eventi per pubblicizzare lo Zippo. Verso la metà degli anni Cinquanta, invece, fu il momento dello Zippo Slim, con una linea più snella, ideale per le signore. Ancora oggi il successo dello Zippo è assoluto, tanto che nel 2001 viene nominato uno dei “Migliori 100 prodotti di tutti i tempi” dalla Design Center danese di Copenhagen, nonché premiato come “Miglior design del XX secolo” dal Men’s Journal.